Svezia, banditi diversi mercati scommesse sui singoli calciatori

Dal 1′ gennaio 2021, al bando i siti scommesse che offrono mercati sui calci di rigore, le espulsioni e le ammonizioni. Sono alcune delle nuove linee guida che la SGA, la gambling authority della Svezia, ha stabilito nell’intento di incrementare il contrasto al match fixing, in particolare per quanto riguarda il calcio.

Le decisioni della Swedish Gambling Authority

Uno scommettitore davanti a uno smartphone e a un laptop e la bandiera della Svezia

La Svezia fissa standard anti match fixing e mette al bando le scommesse sui singoli calciatori.

Nuove misure per incrementare la lotta al match fixing: è stata questa la condotta scelta dalla Swedish Gambling Authority (SGA), ente regolatore di gioco e scommesse online in Svezia, per tracciare le nuove linee guida per il mercato regolato del Paese scandinavo.

Fa parte di questo nuovo pacchetto di misure anche la decisione di mettere al bando i siti scommesse che offriranno, a partire dal prossimo 1′ gennaio 2021, mercati focalizzati sui calci di rigore, le espulsioni e le ammonizioni.

Si tratta di ulteriori standard che vanno a implementare norme già esistenti e facenti parte dello Swedish Gaming Act, la legge ufficiale sul gioco in Svezia, e che si focalizzano soprattutto sul calcio, sport particolarmente preso di mira dai malintenzionati.

Cosa cambia per i bookmaker

Le nuove linee guida della SGA implicano un significativo cambiamento nella proposta e nei palinsesti dei bookmaker intenzionati a operare in Svezia. Gli operatori non avranno più la possibilità di offrire mercati sui “risultati individuali” dei calciatori. Allo stesso modo, diventerà fuorilegge puntare su atleti sotto i 18 anni di età.

Queste restrizioni avranno validità per tutte le quattro maggiori divisioni calcistiche svedesi, così come per i match di Coppa di Svezia e per le amichevoli. L’unica eccezione sarà costituita dalle partite della nazionale maggiore, mentre qualsiasi scommessa su incontri di divisioni minori sarà proibita.

La SGA ha inoltre stabilito il divieto, per i bookie, di offrire mercati individuali per match che coinvolgono club esteri e formazioni di una delle quattro serie svedesi interessate al divieto. La Gambling Authority dello stato scandinavo ritiene il calcio uno sport ad alto rischio di combine, soprattutto per quanto riguarda le divisioni minori, che richiedono quindi un trattamento legislativo più forte.

Prima di essere approvata, la decisione della SGA è stata sottoposta alla consultazione di diversi enti legislativi e studi legali, e ha ottenuto il beneplacito dell’Unione Europea, per la soddisfazione del responsabile dell’unità anti-combine della gambling authority, Niklas Hjertonsson.

L’introduzione di queste linee-guida è un altro passo avanti nel nostro lavoro di minimizzazione dei rischi legati al match fixing e delle minacce all’integrità dello sport che esso mette in atto.Niklas Hjertonsson, Manager Unità anti match fixing, SGA

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Uno scommettitore davanti a uno smartphone e a un laptop e la bandiera della Svezia

Articoli correlati