Scommesse sul calcio dilettanti: il Governo favorevole al divieto

Il tema delle scommesse sui campionati minori, in particolare quelli che coinvolgono i dilettanti, è stato affrontato da Camera e Governo, con un emendamento presentato dalla Lega al disegno di legge delega sull’ordinamento sportivo. Previste sanzioni penali e la reclusione per chi organizzerà scommesse su queste competizioni.

Le novità introdotte dall’emendamento

La facciata del palazzo della Camera dei Deputati a Roma

Il Governo dà parere favorevole alla proposta della Camera sul divieto di scommesse per le partite di calcio dei dilettanti.

Una attività di regolamentazione e controllo per i campionati minori e in special modo per quelli organizzati dalla LND (Lega Nazionale Dilettanti) è decisamente auspicabile, per garantire la regolarità sportiva delle competizioni anche nei campionati non sotto le luci dei riflettori, nonché per prevenire fenomeni di malaffare legati a scommesse clandestine ed episodi di match-fixing. Importante, dunque, il parere favorevole espresso dal governo, per voce del relatore in Commissione Cultura alla Camera, Daniele Belotti (Lega, anche personaggio di spicco del mondo ultras per la sua nota militanza nella curva dell’Atalanta).

Tale emendamento al disegno di legge delega sull’ordinamento sportivo, presentato da Domenico Furgiuele, anch’egli esponente della Lega, propone il divieto alle scommesse su partite di calcio di società che militano nei campionati LND. Vengono inoltre previste pesanti sanzioni: chiunque eserciti l’organizzazione di scommesse, si legge, è punito con la reclusione da tre a sei anni e con una multa da venti a cinquanta mila euro.

Nessun aiuto economico supplementare alle leghe minori

Nella stessa sede, il relatore Belotti ha invitato al ritiro l’emendamento di Alessio Butti, esponente di Fratelli d’Italia, che chiedeva di destinare il 15% delle risorse economiche derivanti dalla commercializzazione dei diritti TV a favore delle leghe calcistiche minori, della Lega Basket Serie A, della FIGC, del fondo antiludopatia e dell’Autorità Nazionale Anticorruzione. Si è invitato in tal senso l’onorevole Butti a presentare in aula un ordine del giorno in Assemblea.

La discussione del provvedimento legato al divieto di scommesse sui campionati LND e sulle relative sanzioni ai trasgressori è previsto per giovedì 20 giugno nell’aula della Camera dei Deputati, a Montecitorio.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati