La Slovenia va verso la liberalizzazione delle scommesse

La Commissione Parlamentare per la politica monetaria e finanziaria del Parlamento della Slovenia ha approvato un disegno di legge per di liberalizzare il mercato delle scommesse sportive.

Tale approvazione, presentata dalla coalizione di minoranza che punta alla liberalizzazione del mercato delle scommesse, è arrivata nonostante l’opposizione del governo, della camera alta del Parlamento e della società di scommesse sportive Sportna Loterija. L’attuale legge sul gioco slovena limita i tradizionali giochi d’azzardo e le scommesse a soli due fornitori: l’operatore di lotteria nazionale Sportna Loterija e Loterija Slovenije.

Il perché del cambiamento – Il deputato del Modern Center Party (SMC) Branko Zorman è dell’idea di aprire il mercato ai fornitori stranieri che sono già presenti nel mercato della Slovenia, anche se non hanno una concessione regolare e non pagano le tasse allo Stato. Zormann ha dichiarato:

La posizione che occupa Stortna Loterija è solo artificiale, non si può parlare di ‘monopolio’ perché i residenti sloveni scommettono soprattutto tramite fornitori stranieri. I fornitori devono disporre di una regolare concessione pagando anche i diritti di licenza.Branko Zorman, deputato del Modern Center Party

Il logo di Sportna loterija

Nonostante l’opposizione del governo, la Slovenia va verso la liberalizzazione delle scommesse. ©42maratonov

Un problema non da poco visto che, secondo Zormann, in questo modo le imposte sulle scommesse non vengono raccolte nel sistema fiscale sloveno e che i consumatori non sono salvaguardati adeguatamente. Inoltre, i soldi delle licenze genererebbero più fondi per gli sport e per le organizzazioni umanitarie.

Pareri discordanti – La liberalizzazione del mercato non è stata accolta favorevolmente dal governo che non ha appoggiato la proposta dato che secondo molti non affronta in maniera adeguata l’allineamento con la legislazione dell’UE e non elimina le restrizioni che limitano la proprietà privata negli operatori di gioco. Sulla base delle molteplici osservazioni presentate dell’ufficio legale del parlamento, Zorman ha elaborato delle modifiche che la commissione ha approvato nell’ultima settimana con il disegno di legge che ha raccolto 12 voti a favore e 4 contrari ma la maggior parte del comitato si è espresso a sfavore del monopolio.

Il segretario di Stato del ministero delle Finanze Gorazd Renčelj ha evidenziato che il ministero ha elaborato una proposta per affrontare in maniera adeguata questa revisione normativa due anni fa, ma allora non c’era la volontà politica di approvarla. Edvard Kolar, presidente di Sportna Loterija, sostiene che la proposta di legge promossa da Zorman di fatto non apporterebbe dei sostanziali miglioramenti poiché non verte su problemi legati alle scommesse quali la pubblicità dannosa, la dipendenza, le truffe, i prodotti a rischio, le scommesse illegali ed il match-fixing. Argomenti caldi visto che lo scorso dicembre, è stata smascherata un’organizzazione slovena (e croata) che operava nella corruzione sportiva e nelle scommesse illegali tentando di combinare diverse partite di calcio in alcuni paesi tra cui, appunto, la Slovenia.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati