Tennis, Internazionali d’Italia al via con tutti i top del mondo

Sono iniziati a Roma gli Internazionali BNL d’Italia 2019. Un Nadal non al meglio proverà a difendere il titolo dello scorso anno da Djokovic, che con la vittoria di Madrid ha rilanciato la sua candidatura, e da Federer, che dopo tre anni torna al Foro Italico. Attesa per Fabio Fognini, che deve difendere i quarti raggiunti nel 2018 per provare l’attacco alla top 10 ATP.

Internazionali d’Italia: i favoriti principali

Fabio Fognini, Rafael Nadal, il logo degli Internazionali BNL d’Italia

Sono iniziati gli Internazionali di tennis di Roma.

Con la netta vittoria sul greco Stefanos Tsitsipas ottenuta domenica al Mutua Madrid Open Novak Djokovic si candida a principale favorito degli Internazionali in corso al Foro Italico di Roma. Rafael Nadal, dominatore sulla terra battuta negli ultimi quindici anni, non viene infatti da un periodo di forma brillante, reduce dalla sconfitta in semifinale nel torneo spagnolo proprio per mano di Tsitsipas, che si candida invece, insieme all’austriaco Thiem, ad un ruolo da protagonista sul rosso anche in vista del Roland Garros.

È apparso invece brillante Roger Federer, che, dopo tre anni di assenza, ha confermato in un video messaggio su Instagram la sua partecipazione al Master 1000 romano. Lo svizzero numero 3 al mondo, la cui partecipazione era data in forse, proverà a sfatare il tabù del Foro italico, dove non ha mai vinto.

Gli italiani in gara al Foro Italico

La nutrita pattuglia dei tennisti italiani si è avvicinata all’appuntamento con Roma scortata da una fiducia crescente. Il successo di Fognini a Montecarlo ha dato una scossa a tutto il movimento azzurro. Il tennista ligure non è mai stato così vicino alla top 10, anche se agli Internazionali dovrà provare a difendere i quarti raggiunti lo scorso anno: per lui esordio contro Tsonga e possibile incrocio pericoloso agli ottavi con Tsitsipas. Proprio il tennista greco se la dovrà vedere al secondo turno con Jannik Sinner. Il diciassettenne altoatesino, che ha raggiunto il main draw grazie al discusso meccanismo delle prequalificazioni, ha vinto in rimonta al primo turno contro Johnson il suo primo match in un Master 1000 (e secondo nel circuito ATP).

Se il primo turno ha riservato una delusione per Andreas Seppi, uscito per mano di Bautista, ha visto invece il giovane Matteo Berrettini vincere nettamente col francese Pouille. Il tennista romano, in gran forma nelle scorse settimane, nelle quali si è portato a ridosso della top 30, affronterà al secondo turno il tedesco Zverev, testa di serie n.4. Sfida difficile ma non impossibile, visto il momento non brillante del next gen di Amburgo. Sarà poi interessante seguire anche gli altri due italiani impegnati nel tabellone principale: Lorenzo Sonego se la dovrà vedere col russo Khachanov, mentre Marco Cecchinato è atteso dal confronto con l’australiano De Minaur.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati