Pronostici di Serie A 2019/2020: sesta giornata

Prosegue il tour de force della Serie A 2019/2020, con la sesta giornata subito dopo il turno infrasettimanale e le Coppe europee che incombono. L’Inter capolista va a Genova contro una Sampdoria ferita e in crisi, mentre la Juve riceve la Spal. Il Napoli aspetta il Brescia, mentre la sempre brillante Atalanta se la vedrà con il Sassuolo.

Il big match della giornata: Milan – Fiorentina

In una settima giornata che non prevede molti match scoppiettanti, e che quindi potrebbe rivelarsi al contrario ricca di sorprese, spicca la sfida di domenica sera tra il Milan e la Fiorentina. La formazione di Giampaolo è in evidente crisi di risultati, arrivando da due sconfitte di fila (derby e Torino) che avranno un peso sull’autostima dei rossoneri: lo stesso mister sente inevitabilmente la pressione addosso, e già circolano voci di possibili sostituti (il nome a sorpresa sarebbe quello di Luciano Spalletti). La Fiorentina, dal canto suo, ha festeggiato una sofferta ma importantissima vittoria (la prima con Montella in panca: i viola non vincevano in campionato dal 17 febbraio, quando c’era ancora Pioli al timone) contro la Sampdoria, confermando così gli evidenti segnali positivi di queste ultime partite, soprattutto grazie a un Ribery sempre più leader. Questa è una delle classiche del nostro campionato: sarà la sfida numero 158 tra le due squadre (72 successi del Milan, 43 dei toscani e altrettanti pareggi), che l’anno scorso hanno vinto una volta a testa con lo stesso punteggio (1-0), in entrambi i casi espugnando il campo dei rivali. Domenica sera ci attendiamo una sfida aperta, in cui le motivazioni saranno decisive: la voglia di riscatto del Diavolo e quella di proseguire la buona strada per la Viola.

Milan – Fiorentina
Il logo del Milan Ultimi incontri VVVVV
Il logo della Fiorentina Ultimi incontri SSVVV
  • Stadio: Giuseppe Meazza
  • Domenica 29 settembre 2019 ore 20:45
  • Arbitro: Giacomelli
  • Le quote sull’1X2 1: 2.20 X: 3.20 2: 3.50

È proprio il caso di dire: povero Diavolo! Il Milan di Giampaolo è incappato giovedì sera in una rocambolesca sconfitta contro il Torino, che fa il paio con quella ben più pesante nel derby di sette giorni fa, e adesso la classifica piange, visto che i rossoneri sono fermi a sei punti, con Sassuolo, Brescia, Parma e Lecce. Eppure, contro i granata il mister ha visto (parole sue) il Milan migliore, e in effetti per lungo tempo la squadra aveva condotto il gioco, trovando il vantaggio con il redivivo Piatek, seppure solo su rigore. Dopo il pareggio di Belotti, però, si è spenta la luce e ancora il Gallo ha poi rovesciato il punteggio costringendo il Milan alla sconfitta. Difficile recuperare energie (soprattutto) mentali dopo due sconfitte ravvicinate, ma è d’obbligo tentare di farlo per Donnarumma e compagni. Nessuno squalificato, mancheranno però ancora Caldara e Paquetà. Suso ancora trequartista dietro ai confermati Piatek-Leao, con Bonaventura che potrebbe subentrare a gara in corso: Rebic però scalpita per una maglia. In mezzo, spazio al trio Kessie-Bennacer-Calhanoglu, mentre dietro sarà ancora Hernandez a presidiare la fascia sinistra.

Riscatto del Diavolo o arrembaggio viola? Scommetti su Milan – Fiorentina con il welcome bonus di Sisal!

E alla fine arrivò la vittoria: erano oltre sei mesi che la Viola non assaporava la gioia del successo, e squadra e mister stavano cominciando a sentire una fastidiosa nuvola nera fantozziana sopra le loro teste. Certo, il calendario di quest’anno non è stato granché magnanimo con i toscani, che hanno avuto un avvio decisamente in salita, ma pian piano la squadra sta trovando una sua dimensione, e la vittoria contro la Samp, seppure condita da troppe sofferenze nel finale, è stata senz’altro meritata. Montella si gode un Ribery trascinatore, la cui esperienza ben si amalgama ai tre “baby” Chiesa (il migliore con i blucerchiati), Castrovilli e Sottil, che stanno facendo vedere davvero belle cose. Certo, la coperta è un po’ corta davanti, vista l’assenza di veri attaccanti di ruolo, ma per ora va bene così, anche se Vlahovic preme e Ribery dovrà rifiatare, prima o poi. Nessun problema di formazione per i toscani, che sceglieranno probabilmente lo stesso assetto anti-Sampdoria, non badando al turn-over e casomai preparando l’ingresso a gara in corso dei vari Sottil, Vlahovic e Boateng, che vorrebbe comunque trovare qualche minuto nella sfida contro la squadra con cui ha vinto un campionato. Solo un successo toscano nelle ultime cinque a San Siro.

Pronostico: Gol (1.80). Fiducia media. Il Milan fatica molto a segnare, è vero, ma la difesa viola è tutto tranne che impenetrabile. Inoltre i rossoneri vorranno tornare al successo: ci aspettiamo una serata di grande impegno per i portieri.

Le altre partite della giornata

Il sesto turno della Serie A 2019/20 si presenta come un turno interlocutorio. A parte Milan – Fiorentina, infatti, mancano veri e propri big match. La sfida più insidiosa ce l’avrà l’Inter: i nerazzurri, dopo l’importante successo infrasettimanale con la Lazio, vogliono restare in cima alla classifica, ma sabato alle 18.00 a Genova contro la Sampdoria non sarà semplicissimo, perché la squadra di Di Francesco sta facendo una fatica incredibile, ma ha bisogno di punti, anche perché diversamente il mister potrebbe saltare. La Juventus non deve perdere colpi e la sfida contro la Spal non sembra proibitiva, anche se l’imminente turno di Champions potrebbe (come del resto per Inter, Atalanta e Napoli) far perdere un po’ di concentrazione. I bergamaschi se la vedranno contro un Sassuolo furioso dopo il ko nel finale contro il Parma (i ducali chiuderanno invece il sesto turno lunedì sera contro il Torino), mentre il Napoli, a mezzogiorno di domenica, deve cancellare il brutto passo falso con il Cagliari rimettendosi subito in pista contro il Brescia. Domenica, la Lazio ospita il Genoa in un match non così scontato, mentre Udinese – Bologna vede i friulani in una zona di classifica non piacevole. Un Lecce quanto mai “matto” in termini di prestazioni ospita la Roma scottata dal ko interno con l’Atalanta, mentre il Cagliari esaltato dopo la prova di Napoli aspetta il Verona.

Juventus – Spal
Il logo della Juventus Ultimi incontri VSSPP
Il logo della Spal Ultimi incontri VVVVV
  • Stadio: Allianz Stadium
  • Sabato 28 settembre 2019 ore 15:00
  • Arbitro: Piccinini
  • Le quote sull’1X2 1: 1.28 X: 5.50 2: 11.00

La Spal non ha mai vinto a Torino, e in 36 sfide con la Vecchia Signora ha vinto solo due volte: una nel 1957, ma una nello scorso campionato. Le premesse per sperare, insomma, per gli emiliani, non sono molte, e a maggior ragione in questo momento, visto che la squadra di Semplici, a parte l’acuto contro la Lazio, in questo campionato ha sempre perso, ritrovandosi al momento penultima (ma solo per la differenza reti) appaiata alla Sampdoria: la sconfitta interna contro il Lecce di mercoledì sera è un ulteriore brutto campanello d’allarme. Non la migliore delle situazioni possibili, insomma, per i biancoazzurri, che sembrano un po’ la vittima predestinata e poter sperare solo che la Juve abbia la testa all’imminente impegno di Champions contro il Bayer Leverkusen. Facile ipotizzare che Sarri pensi a un po’ di turn-over, ma sempre mantenendo l’assetto tattico che ultimamente sta dando una certa solidità alla squadra, ovvero il 4-3-1-2, con Ramsey (o Bernardeschi o Rabiot) trequartista. Davanti, consueto ballottaggio Higuain-Dybala per affiancare Ronaldo, con il secondo che pare essere favorito. Problematica terzini: out Danilo e De Sciglio, Cuadrado c’è, ma a sinistra manca Alex Sandro, tornato in Brasile per un lutto: si adatteranno uno tra Matuidi e Demiral. Nella Spal, con D’Alessandro fuori quattro mesi e Di Francesco che torna dopo la pausa nazionali, la fascia sinistra sarà di Reca o Strefezza, con Sala a destra, mentre rientra Kurtic in mezzo insieme a Murgia e Missiroli; Paloschi potrebbe affiancare Petagna.

Pronostico: 1 + Over 2.5 (1.85). Fiducia alta. Certo, la Juve avrà la testa alla Champions, ma ci pare difficile che questa Spal possa impensierirla: la coppia Ronaldo-Dybala vorrà far divertire il pubblico dello Stadium. Occhio anche a Ramsey marcatore, a 3.50.

Sampdoria – Inter
Il logo della Sampdoria Ultimi incontri SPSSV
Il logo dell'Inter Ultimi incontri PVVVP
  • Stadio: Luigi Ferraris
  • Sabato 28 settembre 2019 ore 18:00
  • Arbitro: Calvarese
  • Le quote sull’1X2 1: 5.00 X: 4.00 2: 1.65

Una Sampdoria in piena crisi affronta la capolista Inter, reduce dalla sofferta ma meritata vittoria interna contro la Lazio. Anche in questo caso, non la migliore delle situazioni possibili, per i padroni di casa, attualmente (e imprevedibilmente) ultimi, con Di Francesco che sta facendo una fatica terribile a trovare un assetto alla sua squadra e che sente inevitabilmente scottare la panchina, anche se va detto che contro la Fiorentina i blucerchiati hanno patito l’espulsione di Murillo (assente quindi contro la sua ex squadra: lo rimpiazzerà Chabot) e anche un po’ di sfortuna. Contro i nerazzurri, facile ipotizzare il rientro di Quagliarella dal 1′ minuto, affiancato da Caprari (Gabbiadini ha fastidio alla coscia) e con Rigoni trequartista e Depaoli e Murru sulle ali. In casa Inter, il morale è comprensibilmente alle stelle: del resto l’inizio di campionato non può che soddisfare Conte e i suoi, anche se capitan Handanovic ha richiamato la ciurma a maggiore attenzione difensiva, visto che senza le sue grandi parate nel primo tempo la Lazio avrebbe potuto segnare. Il tecnico salentino sta avendo buone risposte anche dai giocatori con meno minutaggio come Biraghi. Le scelte di formazione saranno giocoforza determinate, oltre che dalla sfida contro il Barcellona di mercoledì sera, dal recupero fisico dei giocatori: possibile il rientro sulle fasce di Asamoah e Candreva, con D’Ambrosio basso al posto di Godin, oltre che di Sensi dal primo minuto al posto di uno spentissimo Vecino. In attacco, potrebbe esserci spazio dall’inizio per Sanchez insieme a Martinez (più che Politano), con Lukaku pronto a entrare a gara in corso.

Pronostico: Over 2.5 (1.75). Fiducia media. I nerazzurri hanno la miglior difesa del torneo e la Samp non segna gol a raffica, ma c’è sempre un certo Quagliarella pronto a pungere. Contiamo sulla voglia interista di proseguire il buon cammino intrapreso.

Sassuolo – Atalanta
Il logo del Sassuolo Ultimi incontri PPVSS
Il logo dell'Atalanta Ultimi incontri VVSVS
  • Stadio: Mapei Stadium
  • Sabato 28 settembre 2019 ore 20:45
  • Arbitro: Valeri
  • Le quote sull’1X2 1: 3.25 X: 3.75 2: 2.10

Sarà un Sassuolo con molta rabbia dentro per la sconfitta rocambolesca nel finale contro il Parma (decisa da un autogol di Bourabia al 95′), quello che sabato sera ospiterà un’Atalanta al contrario estremamente pimpante, dopo la bella vittoria esterna contro la Roma. Eppure, i neroverdi di De Zerbi hanno sofferto molto il Parma, e solo il VAR e un super Consigli hanno evitato un passivo più pesante. Per il tecnico c’è quindi qualcosa da rivedere a livello difensivo, soprattutto tenendo conto che gli avversari bergamaschi hanno invece proprio nell’attacco la loro arma migliore (11 gol fatti ma anche 8 subiti per la squadra di Gasperini). Si prospetta una gara divertente e aperta, anche se la Dea potrebbe avere la testa agli impegni europei (la sfida di martedì contro lo Shaktar Donetsk è quasi decisiva per il cammino degli orobici) e quindi tra i nerazzurri potremmo assistere a un robusto turn-over. La statistica non lascia molto scampo al Sassuolo, che ha vinto una sola volta in casa contro l’Atalanta, nel 2013, perdendo tre delle ultime cinque sfide. Considerando anche il campionato scorso, invece, gli orobici arrivano da cinque successi di fila in trasferta. Ancora 4-3-3 per il Sassuolo, con Defrel (più di Boga) accanto a Berardi e Caputo in avanti e Chiriches a guidare la difesa. Se Traoré gioca da trequartista, invece, fuori Defrel e dentro Locatelli. Nell’Atalanta, ancora in forte dubbio Muriel: vedremo Ilicic e Zapata, ispirati dal Papu Gomez. Sulle fasce, ancora Hateboer (e non Castagne) e Gosens, con De Roon e Freuler in mezzo. Difesa a tre con Toloi, Djimsiti e Palomino.

Pronostico: Over 2.5 (1.60). Fiducia alta. Due squadre che segnano molto e che non hanno un grandissimo amore per la fase difensiva: crediamo che la Dea la spunterà, ma prevediamo una gara a base di gol, con Berardi, Zapata e Ilicic sugli scudi.

Napoli – Brescia
Il logo del Napoli Ultimi incontri SSPSS
Il logo del Brescia Ultimi incontri VPSSV
  • Stadio: San Paolo
  • Domenica 29 settembre 2019 ore 12.30
  • Arbitro: Manganiello
  • Le quote sull’1X2 1: 1.25 X: 6.50 2: 10.00

Non se lo aspettava nessuno (e men che meno noi, che infatti abbiamo clamorosamente ciccato il pronostico) il tonfo interno del Napoli contro il Cagliari, mercoledì sera. Gli azzurri possono recriminare con la sfortuna, per quei due pali colpiti da Mertens, ma fatto sta che per i partenopei sono già due i passi falsi in campionati in cinque giornate, e se quello contro la Juve, per quanto molto sfortunato, non è uno scandalo, questo fa decisamente più male. Indispensabile, dunque, rimettersi in carreggiata, e il turno interno contro il Brescia può essere una buona occasione. Occhio a non pensare troppo al facile impegno di Champions contro il Genk, però: le Rondinelle sono storicamente un cliente ostico, per il Napoli (l’ultima vittoria contro di loro per il Napoli, al San Paolo, risale addirittura al 1987), e soprattutto la squadra di Corini ha dimostrato, anche nell’ultima sfida contro la Juventus, di valere qualcosa in più dei 6 punti attualmente in saccoccia. L’esordio di Balotelli è stato positivo, e la garra dei vari Donnarumma e Bisoli, unita al talento in regia di Tonali, è incoraggiante. Certo, in difesa bisognerà fare gli straordinari contro il migliore attacco del torneo, ma già il Cagliari ha dimostrato che è possibile contenere i vari Milik, Llorrente e Mertens. Ancelotti dovrà fare a meno dello squalificato (e un po’ distratto, ultimamente) Koulibaly, oltre che dell’infortunato Tonelli e dell’acciaccato Maksimovic: dietro spazio allora forse a Luperto centrale con Manolas, con Di Lorenzo e Mario Rui sulle fasce. Mertens e Milik saranno i riferimenti in attacco, mentre in mezzo ci sarà Fabian Ruiz con Allan, con Callejon e Zielinski esterni. Brescia con lo stesso undici anti-Juve, recupero fisico permettendo, e quindi con Super Mario affiancato da Donnarumma e Romulo trequartista; Corini ritrova Martella.

Pronostico: 1 + Over 3.5 (2.15). Fiducia medio-alta. Crediamo che il Napoli vorrà lasciarsi alle spalle il passo falso con il Cagliari dando un segnale netto, e considerando l’impegno non proibitivo in CL l’occasione è quella giusta, anche se il Brescia venderà cara la pelle.

Lazio – Genoa
Il logo della Lazio Ultimi incontri SSSPS
Il logo del Genoa Ultimi incontri VPSSV
  • Stadio: Olimpico
  • Domenica 29 settembre 2019 ore 15:00
  • Arbitro: Pairetto
  • Le quote sull’1X2 1: 1.48 X: 4.50 2: 6.50

Si lecca le ferite, Simone Inzaghi, dopo la seconda sconfitta stagionale di mercoledì sera contro l’Inter: eppure, i suoi non hanno dato una cattiva impressione, e soprattutto nel primo tempo hanno impensierito parecchio la difesa nerazzurra, protetta da un super Handanovic. Forse ha pagato molto l’esclusione iniziale, per motivi disciplinari, di Immobile (anche se va detto che gli aquilotti sono stati più pericolosi quando c’era in campo il suo rimpiazzo Caicedo), che infatti tornerà tra i titolari. Le buone notizie arrivano da Correa, mentre Milinkovic-Savic è sembrato quello abulico di un anno fa e anche Luiz Alberto è stato impalpabile. Il Genoa arriva invece da uno 0-0 contro il Bologna buono solo a muovere la classifica, e le impressioni positive delle prime due di campionato si sono un po’ appannate: Andreazzoli deve rivedere l’assetto offensivo della squadra. Storicamente, si tratta di un match in cui o si vince o si perde (l’ultimo segno X data infatti 2008), ma il Genoa non trova una vittoria esterna dallo scorso 28 gennaio, e la Lazio, nonostante l’incombente impegno di Europa League in cui deve vincere, vorrà evitare di staccarsi ulteriormente dalle zone alte della classifica. Molti cambi rispetto all’undici di mercoledì sera: Inzaghi ritrova Radu, rientra sulla fascia l’importantissimo Lulic e tornano titolari Leiva e Marusic, mentre sempre sulla sinistra Joni, in grande difficoltà contro l’Inter, lascia subito il posto a Bastos; ballottaggio Correa-Caicedo per affiancare Immobile. Nel Genoa, a parte il lungodegente Sturaro e Saponara, è fuori anche Biraschi. Nel 3-5-2 speculare di Andreolazzi vedremo allora Romero, Zapata e Criscito in difesa. Confermati Kouame e Pinamonti in attacco, con Barreca esterno a sinistra.

Pronostico: 1 + Over 2.5 (1.95). Fiducia medio-alta. La Lazio non può più sbagliare e cercherà di chiuderla presto: Inzaghi ha gli uomini giusti per fare male a una difesa non imperforabile come quella del Grifone, che è in una fase non brillantissima della stagione.

Udinese – Bologna
Il logo dell'Udinese Ultimi incontri PVPVS
Il logo del Bologna Ultimi incontri SVSSS
  • Stadio: Dacia Arena
  • Domenica 29 settembre 2019 ore 15:00
  • Arbitro: Giua
  • Le quote sull’1X2 1: 2.85 X: 3.25 2: 2.55

Aveva bisogno di punti, l’Udinese di Tudor, e sono arrivati, anche se il brodino senza gol contro il Verona, con i gialloblu peraltro arrembanti per 90′, non può certo soddisfare a pieno il tecnico croato. Quella contro il Bologna è dunque un’altra partita delicata, per i friulani, che saranno per l’ultima volta privi dello squalificato De Paul e devono quindi ancora fare i conti con una cronica difficoltà in zona gol (solo 2 gol segnati in cinque sfide). Lasagna e Nestorovski (ma occhio a Okaka) saranno le punte, con un centrocampo a cinque costituito da Larsen, Jajalo, Mandragora, Fofana e Sema. Dal canto suo, anche il Bologna vive una fase di appannamento rispetto al brillante inizio di campionato, ma gli emiliani sono in una posizione di classifica decisamente migliore, a quota 8 punti insieme alla Roma, e potranno quindi giocare con una maggiore serenità. Mihajlovic sceglierà all’ultimo se optare ancora per Palacio falso nueve oppure concedere al Trenza un po’ di riposo rimpiazzandolo con Santander. Trequartisti i soliti tre: Orsolini, Soriano e Sansone. Ancora indisponibile Dijks, sarà Mbaye a rimpiazzarlo, con Danilo che torna al centro della difesa. A centrocampo Dzemaili è in lieve vantaggio su Poli per affiancare Medel. Tre vittorie friulane nelle ultime cinque sfide alla Dacia Arena, l’ultimo successo felsineo risale a tre anni fa.

Pronostico: Under 2.5 (1.80). Fiducia medio-alta. Tudor schiererà una squadra chiusissima, cercando di sfruttare le palle da fermo per pungere. Il Bologna cercherà di aprire spazi per gli inserimenti dei trequartisti, ma non prevediamo una scorpacciata di gol.

Lecce – Roma
Il logo del Lecce Ultimi incontri PPPPP
Il logo della Roma Ultimi incontri SSVSS
  • Stadio: Via del Mare
  • Domenica 29 settembre 2019 ore 15:00
  • Arbitro: Abisso
  • Le quote sull’1X2 1: 4.50 X: 4.00 2: 1.72

Due squadre dall’umore opposto, Lecce e Roma: i salentini arrivano da una arrembante vittoria esterna contro la Spal, che dà morale anche perché contro una diretta rivale per la salvezza. I giallorossi, invece, hanno conosciuto mercoledì sera la prima sconfitta stagionale contro la bestia nera Atalanta, che ha evidenziato come la squadra di Fonseca necessiti ancora di un po’ di rodaggio. Si sfidano inoltre due team che non hanno certo le difese più solide del torneo, perciò è lecito supporre che anche domenica pomeriggio si potranno vedere molti gol, anche se la Roma farà sicuramente un po’ di turn-over in vista dell’impegno di Europa League; la cattiva notizia per i romanisti è che torna l’incubo degli infortuni muscolari: Spinazzola è solo l’ultimo di una lista-infermeria che comprende anche Perotti, Under e Zappacosta. Nel Lecce, confermato Mancosu dietro a Falco e Babacar in attacco, con Rossettini a guidare il reparto arretrato. Assenti Farias e Lapadula, dovrebbe invece farcela Tachtsidis. Nella Roma, Fonseca conferma la linea difensiva con Florenzi, Fazio, Smalling e Kolarov. A centrocampo, Veretout e Cristante a far legna, con Dzeko ispirato dai tre trequartisti Zaniolo, Pellegrini e Mkhitaryan: panca per Pastore e Kluivert.

Pronostico: Over 3.5 (2.15). Fiducia medio-alta. Due reparti difensivi non esattamente impermeabili, una Roma che vorrà ripartire di slancio dopo il ko con l’Atalanta, un Lecce che non rinuncia a giocare: ci sono gli ingredienti per assistere a molte reti.

Cagliari – Verona
Il logo del Cagliari Ultimi incontri PVPPS
Il logo del Verona Ultimi incontri PVSPP
  • Stadio: Sardegna Arena
  • Domenica 29 settembre 2019 ore 18:00
  • Arbitro: Volpi
  • Le quote sull’1X2 1: 2.10 X: 3.30 2: 3.60

Morale a mille, per il Cagliari, dopo l’insperato successo esterno contro il Napoli: mister Maran si gode la sua squadra un po’ matta (definizione sua) giunta alla terza vittoria di fila dopo un avvio all’insegna di un doppio passo falso. Classifica decisamente tranquilla, per i sardi, che al momento sono addirittura quarti a pari punti con il Napoli e il Torino, e possono così guardare alla sfida di domenica alle 18.00 con una certa tranquillità. Il Verona è reduce da un pari senza reti contro l’Udinese, in una partita dominata e in cui la squadra di Juric avrebbe meritato i tre punti. L’avvio degli scaligeri non è negativo, ma occorre muovere la classifica, anche se la sfida non è semplice, soprattutto su un campo ostico come quello della Sardegna Arena. Tre vittorie dei rossoblu nelle ultime cinque sfide sull’Isola, l’ultimo pareggio tra le due compagini risale addirittura al 1974. Maran deve fare i conti “solo” con gli ormai cronici lungodegenti Cragno, Nainggolan, Pavoletti e Faragò: sarà Ionita (e non Castro) a ispirare Joao Pedro e Simeone, con Rog, il baby Oliva e Nandez a centrocampo; difesa a quattro con la linea Pisacane-Klavan-Ceppitelli-Pellegrini. Tra i veneti, ancora fuori Badu e Bessa: Zaccagni e Verre si muoveranno dietro Stepinski, con Faraoni e Lazovic esterni; in difesa rientra Kumbulla.

Pronostico: Under 2.5 (1.67). Fiducia medio-alta. Il Cagliari è in fase positiva e parte con i favori del pronostico, ma Juric chiuderà a tenuta stagna il Verona. Ci aspettiamo una gara contratta, in cui saranno gli episodi a deciderla in un senso o nell’altro.

Parma – Torino
Il logo del Parma Ultimi incontri VSPPS
Il logo del Torino Ultimi incontri SSSSV
  • Stadio: Ennio Tardini
  • Lunedì 30 settembre 2019 ore 20:45
  • Arbitro: La Penna
  • Le quote sull’1X2 1: 3.10 X: 3.30 2: 2.35

Dopo due sconfitte di fila, il Toro rialza la testa e si concede una bella vittoria in rimonta contro il Milan, che vale il quarto posto in classifica insieme a Napoli e Cagliari. Mazzarri è stato bravo a ritrovare la quadra insieme ai suoi e a proseguire un campionato che fino a questo momento ai granata sta riservando buone vibrazioni. Il Parma è invece reduce da un importante successo sul filo di lana contro il Sassuolo, in cui ha messo in mostra un buon gioco, molto più offensivo di quanto siamo abituati a vedere dalla squadra di D’Aversa. Per la sfida contro il Torino, i ducali dovranno rinunciare a Kucka (forse solo in panchina) e Grassi, ma il mister continuerà con il 4-3-3: davanti sarà Sprocati ad affiancare Inglese e Gervinho, mentre il trio in mezzo al campo sarà composto da Kulusevski, Brugman e Hernani. Confermati dietro Darmian, Iacoponi, Bruno Alves con Gagliolo al posto di Pezzella. Nel Torino out Lukic, dietro a capitan Belotti agiranno ancora Berenguer e Verdi, con De Silvestri e Ansaldi sulle fasce e Baselli e Rincon in mezzo. Difesa a tre con Izzo, Lyanco e Bremer. Nelle ultime cinque sfide al Tardini, tre successi per il Parma: il Torino non vince in Emilia dal 2015.

Pronostico: Gol (1.70). Fiducia alta. Non stiamo parlando di due squadre che fanno gol a grappoli, ma nemmeno di due difese invalicabili. In casa il Parma è cliente scomodo, ed entrambe le compagini non potranno pensare solo a chiudersi.

La multipla della settimana*

Partita Giocata Quota Quota cumulativa
Milan – Fiorentina Gol 1.80 1.80
Juventus – Spal 1 + Over 2.5 1.85 3.33
Sampdoria – Inter Over 2.5 1.75 5.82
Napoli – Brescia 1 + Over 3.5 2.15 12.52
Lazio – Genoa 1 + Over 2.5 1.95 24.43
Lecce – Roma Over 3.5 2.15 52.52

Sei eventi per una multipla che senza bonus sfiora quota 53.00: con 10 euro la vincita potenziale supera i 525 euro.

Turno con tante gare equilibrate, il sesto: prova a centrare la nostra multipla della settimana con le quote di Sisal!

Il bookmaker per la sesta giornata di campionato

Per analizzare le quote e fissare i nostri pronostici per il sesto turno della Serie A 2019/20 ci siamo affidati alla solida esperienza di Sisal, uno dei più conosciuti bookmaker operanti sul nostro territorio. Inventore dello storico Totocalcio, Sisal è molto apprezzato per il suo bonus di benvenuto decisamente ricco (fino a 225€) e per una proposta molto ampia per quanto riguarda il numero di sport disponibili. Asso nella manica di questo operatore sono anche le molte promozioni periodiche proposte agli utenti, insieme a un comparto live di tutto rispetto, integrato da un puntuale servizio streaming. Note positive anche per quanto riguarda le scommesse da mobile, ma il punto di forza è costituito anche dall’ampissimo numero di mercati sul calcio, che superano agilmente quota 500.

*Tutte le nostre selezioni sono fornite solo per l’intrattenimento e dovrebbero essere utilizzate solo per scopi informativi. Mentre usiamo la nostra esperienza e le nostre conoscenze per aiutarti a informarti per effettuare una scommessa oculata, non siamo responsabili di eventuali perdite che potrebbero derivare da risultati effettivi diversi da quelli previsti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati