Europei 2020: pronostici e quote di Grecia-Italia e Italia-Bosnia

La nazionale italiana di calcio affronterà la Grecia e la Bosnia nella terza e quarta partita di qualificazione ad Euro 2020. Due incontri molto delicati, che possono già dare dei verdetti quasi definitivi. Vediamo insieme le probabili formazioni e i pronostici con le quote delle due partite.

Andreas Samaris, Andrea Belotti, il logo della Nazionale di calcio greca, il logo della nazionale di calcio italiana

Grecia-Italia è valida per la terza giornata delle qualificazioni a Euro 2020.

I convocati

Portieri: Cragno (Cagliari), Gollini (Atalanta); Sirigu (Torino), Mirante (Roma);

Difensori: Acerbi (Lazio), Biraghi (Fiorentina), Bonucci (Juventus), Chiellini (Juventus), De Sciglio (Juventus), Emerson Palmieri (Chelsea), Florenzi (Roma), Izzo (Torino), Mancini (Atalanta), Romagnoli (Milan), Spinazzola (Juventus);

Centrocampisti: Barella (Cagliari), Bernardeschi (Juventus), Cristante (Roma), Jorginho (Chelsea), Pellegrini (Roma), Sensi (Sassuolo), Verratti (Paris Saint Germain), Zaniolo (Roma);

Attaccanti: Belotti (Torino), Chiesa (Fiorentina), El Shaarawy (Roma), Grifo (Friburgo), Immobile (Lazio), Insigne (Napoli), Kean (Juventus), Pavoletti (Cagliari), Politano (Inter), Quagliarella (Sampdoria).

Grecia – Italia

Il match che vedrà di fronte sabato 8 giugno le nazionali di Grecia e Italia allo stadio Olimpico di Atene è forse quello più delicato nel cammino degli azzurri verso Euro 2020. Gli ellenici sono infatti insieme alla Bosnia i principali avversari nella corsa ai due posti in palio per la fase finale. I bookmaker danno favorita l’Italia a 1.90, mentre il pareggio viene quotato a 3.20 e la vittoria della Grecia a 4.33.

La nazionale ellenica ha ottenuto fin qui una vittoria per 0-2 in Liechtenstein e un pareggio per 2-2 contro la Bosnia, che hanno consentito alla formazione guidata dal ct Aggelos Anastasiadīs di salire a quota 4 punti nel Gruppo J, a pari merito proprio con la nazionale dell’ex Jugoslavia. I giocatori più insidiosi dell’attacco ellenico sono senza dubbio i due esterni d’attacco, Andreas Samaris, punto fermo del Benfica, e Kostas Fortounis, in forza all’Olimpiakos e autore di due reti, tra cui il rigore che ha dato il via alla rimonta contro i bosniaci.

Nonostante le due reti subite a Sarajevo, la nazionale greca è una squadra molto solida e rocciosa, che fa della fase difensiva il suo punto forte. Al centro del reparto arretrato troneggia il capitano, Sokratis Papastathopoulos, vecchia conoscenza del Milan e ora in forza all’Arsenal.

Roberto Mancini non può più fare esperimenti: è arrivato il momento di compiere le scelte definitive e mettere in campo la formazione che rispecchia al meglio la sua idea di calcio. Il tecnico di Jesi sembra intenzionato a dare spazio nel tridente offensivo del 4-3-3 a El Sharaawy e Chiesa sugli esterni e Immobile (in alternativa Belotti o Kean) in mezzo. Tra i pali spazio a Sirigu, che prenderà il posto di Donnarumma infortunatosi nell’ultima di campionato contro la Spal. In difesa Bonucci e Chiellini centrali e Florenzi e Spinazzola sulle fasce, con Biraghi prima alternativa. A centrocampo Jorginho e Verratti verranno supportati probabilmente da Barella, che sembra aver vinto il ballottaggio con Bernardeschi.

Pronostico: Under 2.5 (1.44). Quota bassa ma da provare assolutamente. Si affrontano due squadre molto attente alla fase difensiva. Tenuto conto che siamo solo alla terza partita del girone, rischiare di scoprirsi potrebbe risultare molto pericoloso per entrambe le formazioni.

Italia – Bosnia

Martedì 11 giugno alle 20.45, al ritorno dalla trasferta ateniese, la nazionale italiana affronterà all’Allianz Stadium di Torino la selezione della Bosnia. Partita altrettanto delicata rispetto a quella del terzo turno. I balcanici sono probabilmente la nostra avversaria con più talento sulla strada per Euro 2020 e una vittoria contro di loro significherebbe compiere un passo decisivo verso la qualificazione, soprattutto in caso di bottino pieno in terra ellenica.

Il logo della nazionale di calcio italiana, il logo della nazionale di calcio bosniaca, la scritta Leonardo Pavoletti, la scritta Edin Dzeko

La formazione allenata da Prosinecki può contare su elementi molto noti ai tifosi di casa nostra. Miralem Pjanic e Edin Dzeko sono infatti le due punte di diamante della nazionale bosniaca. Il centrocampista della Juventus, di casa allo Stadium, è stato autore di una punizione vincente che ha portato la Bosnia sul 2-0 contro la Grecia, prima di farsi espellere e agevolare in questo modo la rimonta della squadra ospite. Al centro della difesa dovrebbe giocare un’altra conoscenza del calcio italiano, il genoano Ervin Zukanovic, mentre in attacco l’allenatore croato potrebbe optare per gli esterni Visca (basaksehir) e Duljevic (Dinamo Dresden). Tra i giocatori più noti a livello internazionale va citato anche il terzino dell’Arsenal Kolasinac, che dovrebbe partire titolare contro l’Italia.

La nazionale italiana ha disputato 38 partite a Torino, con uno score decisamente positivo: sono infatti 24 i successi, 9 i pareggi e solo 5 le sconfitte ottenuta in incontri giocati nel capoluogo piemontese. Allo Juventus Stadium l’Italia è invece imbattuta nelle 4 partite giocate: una vittoria (con la Repubblica Ceca) e tre pareggi (con Inghilterra, Spagna e Olanda). Un solo precedente tra Italia e Bosnia: la squadra ex jugoslava vinse per 2-1 nell’amichevole disputata a Sarajevo nel 1996, in quella che fu l’ultima partita da ct di Arrigo Sacchi.

Pronostico: 1 (1.66). L’Italia deve tenere d’occhio i giocatori con più talento della Bosna, Pjanic e Dzeko su tutti, ma in avanti può fare molto male alla formazione allenata da Prosinecki, che non può contare su una difesa irresistibile. Mancini deve puntare soprattutto sugli esterni, siamo convinti che in casa la nazionale italiana possa avere molte chance di fare bottino pieno.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati