Serie A: nasce la stagione 2019/20, con il calendario ufficiale

È nata lunedì sera, con la compilazione del calendario, la Serie A 2019/20. Il sorteggio ha determinato un torneo in cui i big match arriveranno prestissimo: Juventus – Napoli è già alla seconda giornata, insieme al derby di Roma. Milan – Inter sarà al quarto turno, mentre Conte riceverà i bianconeri al settimo. Ecco la panoramica generale.

I match della prima giornata

Un calciatore che scatta, il logo della Serie A e la scritta Calendario Serie A 2019/20

La Serie A 2019/20 parte subito col botto: ecco il calendario della prossima stagione.

Se c’è una cosa che di sicuro non si potrà dire, del prossimo campionato di Serie A, è che bisognerà aspettare molto per vedere le sfide più importanti. Il sorteggio ha creato un vero e proprio ottovolante, con le big che avranno modo di incrociare i guantoni già dal secondo turno. Ma andiamo con ordine, perché anche la prima giornata, che si svolgerà tra il 24 e il 25 agosto prossimi, si presenta ricca di sfide di un certo interesse. Ricordiamo che il torneo si chiuderà il 24 maggio 2020.

Se infatti la Juve campione d’Italia in carica è attesa da una non semplicissima trasferta a Parma, mentre l’Inter riceverà a San Siro il neopromosso Lecce, per il Napoli ci sarà una sfida davvero insidiosa a Firenze, con la Viola che vuole dimenticare il grigiume della scorsa stagione con un tiro mancino a una delle favorite per il titolo. Promette divertimento anche Sampdoria – Lazio: per il neomister blucerchiato Di Francesco sarà una specie di derby romano. Ma ecco il quadro completo del primo turno:

Prima Giornata Serie A 2019/20
Cagliari – Brescia
Fiorentina – Napoli
Hellas Verona – Bologna
Inter – Lecce
Parma – Juventus
Roma – Genoa
Sampdoria – Lazio
Spal – Atalanta
Torino – Sassuolo
Udinese – Milan

Quando saranno i big match

Se la prima giornata di fine agosto sarà un succoso vernissage, per la Serie A 2019/20, la seconda costituisce un vero e proprio pranzo di gala: è in programma infatti il big match tra Juventus e Napoli, le principali candidate, ancora una volta, alla vittoria finale, e il primo “scontro” tra il coach bianconero Sarri e il suo passato. Sempre alla seconda, il derby Lazio – Roma e un divertente Atalanta – Torino. Per Juve e Napoli anche un terzo turno da prendere con le molle, rispettivamente contro Fiorentina (in trasferta) e Sampdoria.

Spettacolo milanese alla quarta giornata, con il derby Milan – Inter, con la banda-Conte che la settimana dopo ospita la Lazio e i rossoneri impegnati con il Torino. Alla settima, poi, il derby d’Italia: Conte aspetta al Meazza la Juventus. Bisognerà aspettare l’11’ turno per Torino – Juventus (e in contemporanea Milan – Lazio e Roma – Napoli) e il 16′ per il derby di Genova. Prima, alla nona giornata, Roma – Milan, e una settimana dopo Napoli – Atalanta.

Il Milan avrà un trittico da non sottovalutare a cavallo tra 11′ e 13′ giornata (Lazio, Juve in trasferta e Napoli), mentre per l’Inter sarà un finale di stagione complicato: Roma alla 15′ giornata, Fiorentina alla 16′ e poi in successione Napoli e Atalanta le ultime due. Anche per la Juventus, però, sarà un finale da giocare a pieno regime: le ultime cinque dei bianconeri saranno contro Lazio, Udinese, Sampdoria, Cagliari e Roma, verosimilmente tutte impegnate per i rispettivi obiettivi (salvezza, piazzamenti UEFA e magari qualcosa in più per le romane).

Le insidie dei turni infrasettimanali

A complicare ulteriormente un campionato che promette di essere una girandola di emozioni, ci sono poi naturalmente gli impegni delle coppe europee e della Coppa Italia. Soprattutto i turni di Champions ed Europa League tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre costringeranno i mister di Juventus, Inter, Napoli a un ragionato turn-over: basti pensare a Milan – Inter, in programma quattro giorni dopo il primo turno di coppa, o a Inter – Juventus, cinque giorni dopo il secondo.

Se a tutto questo aggiungiamo poi i turni infrasettimanali di campionato (il primo sarà in occasione della 5′ giornata, il 25 settembre, match-clou Inter – Lazio), abbiamo un quadro completo delle difficoltà che attendono le big. Ma del resto, se sono considerate tali è proprio perché i tanti impegni ravvicinati sono prove che possono affrontare.

Le tappe del lungo viaggio che porta allo scudetto 2019/20 sono state tracciate: ora non resta che attendere poco meno di un mese e sarà di nuovo febbre-campionato. Sarà ancora la Juventus a lasciare indietro le altre, oppure finalmente Napoli, Inter, Milan o Roma interromperanno l’egemonia bianconera?

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati