Al via i XXIII Giochi Olimpici Invernali, azzurri a caccia di medaglie

Hanno preso ufficialmente il via nella giornata di venerdì 9 febbraio le Olimpiadi Invernali 2018. Allo Stadio Olimpico di PyeongChang, Corea del Sud, la cerimonia d’apertura ha di fatto sancito l’inizio dei XXIII Giochi Olimpici Invernali, in programma dal 9 al 25 febbraio 2018. Nella giornata di sabato 10 febbraio si sono invece ad assegnate le prime medaglie.

La cerimonia d’apertura: segnali distensivi tra le due Coree

Gli occhi del mondo intero erano puntati su PyeongChang durante la cerimonia inaugurale, che è risultata essere molto toccante. A tenere il centro della scena la stretta di mano tra il presidente sudcoreano Moon Jae-in e Kim Yo-jong, sorella del dittatore nordcoreano Kim Jong-un. Un segnale distensivo che non è passato inosservato, al quale è poi seguito l’invito ufficiale da parte della Corea del Nord per un incontro a Pyongyang tra i leader dei due Paesi.

Olimpiadi invernali di PyeongChang 2018: dal 9 al 25 febbraio il meglio dello sport su neve e ghiaccio.

Sono state ben 92 le delegazioni dei paesi partecipanti a queste Olimpiadi che hanno sfilato nella giornata inaugurale, con le Coree che hanno camminato sotto un’unica bandiera. Assente invece la delegazione russa, a causa dello scandalo doping che ha coinvolto moltissimi atleti. Hanno potuto partecipare ai Giochi 2018 solo gli atleti non toccati dallo scandalo, riuniti sotto bandiera neutra a cinque cerchi e denominazione “Atleti Olimpici della Russia”.

Ad accendere il tripode la leggenda del pattinaggio Kim Yu Na, vincitrice di 1 oro e di 1 argento olimpico. A passare la fiaccola alla 27enne Kim due atlete della squadra mista dell’hockey. Un ulteriore messaggio di unità che le due Coree hanno voluto lanciare al mondo.

La delegazione italiana: Arianna Fontana portabandiera

A occupare il prestigioso ruolo di portabandiera della delegazione italiana la pattinatrice dello short track Arianna Fontana, una delle più concrete speranze di medaglia azzurra nei giochi sudcoreani. La 27enne di Sondrio, campionessa europea in carica, punta a conquistare l’oro. Nelle precedenti edizioni per lei ben 4 medaglie di bronzo ed una d’argento. La spedizione azzurra conta, Fontana compresa, ben 121 atleti, uno dei contingenti più numerosi se si esclude Torino 2006. L’obiettivo dichiarato alla vigilia dal presidente del CONI Giovanni Malagò è quello di ottenere almeno 10 medaglie, migliorando il risultato della passata edizione. A Sochi la squadra azzurra portò a casa 8 medaglie, senza però l’acuto di una medaglia d’oro. Una mancanza che potrebbe essere colmata dalla folta spedizione azzurra, che ha diverse frecce al suo arco.

Casa Italia: le speranze di medaglia azzurre, da Arianna Fontana a Sofia Goggia

Come già accennato in precedenza, la spedizione azzurra punta molto sulla nostra portabandiera Arianna Fontana, che sarà impegnata nei 500, 1000 e 1500m dello short track. La pattinatrice originaria di Sondrio è tra le favorite nei 500 e nei 1500. Nel pattinaggio di velocità non mancano i nomi su cui puntare: oltre alla Fontana anche Martina Valcepina e, tra gli uomini Nicola Tumolero, Andrea Giovannino e Davide Ghiotto.

Tra le grandi attese della spedizione azzurra la regina dello sci alpino italiano, Sofia Goggia. La 25enne sciatrice bergamasca sarà impegnata a partire da lunedì 12 febbraio nello slalom gigante. Vincitrice di due prove di Coppa del Mondo in questo 2018 e reduce da diversi podi, la Goggia punta a conquistare almeno una medaglia tra discesa, gigante e combinata. Un’impresa possibile quella dell’azzurra, che dovrà vedersela con le star Lindsay Vonn e Mikaela Shiffrin. La pattuglia femminile dello sci può contare anche sulle ottime Federica Brignone, Johanna Schnarf, Manuela Moelgg, Nadia Fanchini e Marta Bassino.

Nella spedizione maschile le speranze sono riposte in Dominik Paris e Peter Fill, impegnati in discesa, combinata e Super-G. Possibilità di podio anche per Christof Innerhofer, capace di ben figurare in discesa e Super-G.

Nello sci di fondo ci si aspetta un grande risultato da Federico Pellegrino, nella specialità dello sprint di cui è campione del mondo. Possibilità di podio anche nella staffetta, in cui sarà affiancato da Dietmar Noeckler. Sono tante le speranze anche per Michela Moioli, impegnata nello snowboard cross. In stagione la snowboardista italiana ha già conquistato 4 vittorie in Coppa del Mondo ed è tra le favorite anche a PyeongChang. Nello slittino occhi puntati su Dominik Fischnaller.

C’è molta attesa anche per Carolina Kostner nel pattinaggio di figura, che punta ad una nuova medaglia dopo il bronzo di Sochi 2014.

Olimpiadi Invernali 2018: le date della gara più attese

Tra le discipline più seguite ai Giochi Invernali senza dubbio lo sci alpino, il cui programma partirà domenica 11 con la discesa maschile. Gli uomini torneranno in pista martedì 13 (combinata), giovedì 15 (Super-G), domenica 18 (gigante) e giovedì 22 con lo slalom.

Esordio lunedì 12 per le donne, impegnate nello slalom gigante. Si prosegue il 14 febbraio con lo slalom, poi il 17 con il Super-G, il 21 con la discesa e si chiude venerdì 23 febbraio con la combinata.

Mercoledì 14 speranze azzurre con la gara sprint dello sci di fondo (Pellegrino) e la 15km individuale femminile nel biathlon con Dorothea Wierer. Mercoledì 21 Pellegrino-Noeckler impegnati nello sprint a squadre. Giovedì 22 e venerdì 23 febbraio sono invece i giorni dedicati al pattinaggio di figura femminile in cui è presente Carolina Kostner.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati