Coppa Italia 2020/21: Inter, Juve, Napoli e Atalanta, tocca a voi

Questa settimana si celebra il primo round delle semifinali della Coppa Italia 2020/21. Partite di primissimo piano a partire da stasera, con l’ennesimo derby d’Italia tra Inter e Juventus. Domani, invece, scenderanno in campo gli attuali campioni in carica del Napoli, contro un’Atalanta che vuole un trofeo da mettere in bacheca.

Inter – Juventus: ancora voi?

I loghi di Juventus, Inter e Coppa Italia e un calciatore in azione

L’ennesimo Derby d’Italia: Inter – Juventus è la prima semifinale della Coppa Italia 2020/21.

Quella di stasera al Meazza (ore 20.45) sarà l’ennesima sfida delle sfide del calcio italiano. Considerando il primo round del 17 gennaio in campionato, conclusosi con la vittoria dei nerazzurri per 2-0, sarà il secondo dei tre derby d’Italia in programma in un mese. E come sempre, in palio non c’è solo la finale della Coppa Italia 2020/21, ma anche molto di più.

La doppia sfida di coppa avrà infatti inevitabili riverberi anche in campionato: se ai milanesi dovesse riuscire il colpaccio di passare il turno, vorrebbe dire dare un chiaro segnale non solo ai bianconeri ma anche, a livello psicologico, a tutta la Serie A. Al contrario, se invece dovessero essere Ronaldo & C. a trionfare, il rimbalzo psicologico su un campionato in cui la squadra di Pirlo sta tornando a essere competitiva sarebbe enorme.

Ma un passo per volta. L’Inter arriva a questa semifinale di andata dopo aver superato in un match in cui è successo di tutto il Milan, e da un 4-0 al Benevento che ha confermato l’attuale secondo posto in campionato alle spalle proprio dei rossoneri. Ci sono due assenze pesanti, per Conte: gli squalificati Hakimi e Lukaku, due delle pedine più importanti negli equilibri in campo. Il mister non abbandonerà l’ormai classico 3-5-2, in cui vedremo Handanovic tra i pali, con Skriniar, De Vrij e Bastoni in difesa. A centrocampo ritorna Brozovic per Eriksen dal primo minuto, affiancato da Barella e Vidal. Gli esterni saranno Darmian e Young, con Sanchez che affiancherà in attacco Lautaro Martinez. Conte è stato chiaro: sarà un’altra storia, rispetto al campionato, e ci vorrà la migliore Inter.

La Juve vuole tornare a vincere la Coppa Italia, e per farlo sceglierà una formazione abbastanza diversa da quella che ha perso con i nerazzurri poche settimane fa. In porta ci sarà Buffon, mentre in difesa rivedremo De Ligt insieme a Bonucci, con Danilo e Alex Sandro terzini. Anche il centrocampo sarà a quattro, con Arthur e Bentancur in mezzo e Cuadrado e McKennie sulle fasce, mentre davanti ci sarà una chance per Kulusevski di fianco a Ronaldo. Pirlo dice che la lezione di metà gennaio ricevuta dall’Inter è stata assorbita e metabolizzata, e che ora i suoi sono pronti. Arbitra Calvarese, ritorno tra sette giorni. Per i bookmaker, Inter lievemente avanti (BetFlag ne quota il successo a 2.50, contro il 2.80 dei bianconeri).

Napoli – Atalanta, la Dea sfida i campioni in carica

I loghi di Atalanta, Napoli e Coppa Italia e un portiere di calcio in azione

L’Atalanta sfida la detentrice del trofeo per cercare la finale della Coppa Italia 2020/21.

Sempre alle 20.45, ma domani, al Diego Armando Maradona di Napoli scenderà in campo la squadra di Gattuso contro l’Atalanta. Stati d’animo piuttosto agitati da entrambe le parti: tra i partenopei, nonostante la vittoria di domenica contro il Parma, che fa il paio con il passaggio del turno in coppa contro lo Spezia, c’è un Gattuso che si sente sotto assedio e già liquidato o quasi dalla società, come ha sottolineato in un duro sfogo durante la conferenza stampa post-Parma.

La Dea è invece reduce da una sconfitta più netta di quanto dica il risultato (3-1) contro gli acerrimi rivali della Lazio, peraltro eliminati pochi giorni prima proprio nei quarti di Coppa Italia. Vero che a Gasperini mancavano (per squalifica e fisiologico turnover) diversi titolarissimi, ma per la prima volta dopo molto tempo (e 14 risultati utili consecutivi) l’Atalanta è sembrata subire particolarmente l’avversario.

Bisogna però ora guardare a questo appuntamento molto prestigioso: il Napoli è la squadra campione in carica e vorrebbe confermare il titolo, mentre i bergamaschi cercano il pass per giocarsi la possibilità di alzare una coppa che, visti i progressi di questi anni, sarebbe una bella medaglia da appuntare al petto. I padroni di casa sceglieranno un undici molto simile a quello visto di recente, e cioè un 4-2-3-1 formato da Ospina tra i pali e da Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly e Mario Rui in difesa. A Demme e Bakayoko sarà dato il compito di cantare e portare la croce a centrocampo, con Lozano, Zielinski e Insigne a fare movimento alle spalle di Petagna.

Rispetto al match di campionato di domenica, l’Atalanta vedrà il ritorno di Gosens sulla fascia sinistra nei quattro di centrocampo, con Maehle che a destra sostituirà l’infortunato Hateboer e De Roon e Freuler a giostrare palloni in mezzo. In avanti, torna Pessina sulla trequarti, alle spalle di Ilicic e Zapata, molto in ombra contro la Lazio. In difesa, Caldara è la novità in mezzo di fianco a Toloi e Djimsiti e a protezione di Gollini. Forse proprio in virtù della voglia di riscatto di Ringhio e della prova opaca della Dea in campionato, i bookie vedono lievemente avvantaggiato il Napoli. Per BetFlag, i partenopei sono quotati a 2.37, mentre gli orobici a 2.85

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
I loghi di Juventus, Inter e Coppa Italia e un calciatore in azione

Articoli correlati