Coppa Italia 2019/20: al via il primo round delle semifinali

Ci siamo: stasera via al primo round delle semifinali della Coppa Italia 2019/20, che vedranno la presenza delle big di Serie A. Si inizia oggi a San Siro alle 20.45 con Inter – Napoli, mentre domani, sempre a Milano e sempre alla stessa ora, si sfideranno Milan e Juventus. I grandi temi di queste due supermatch.

Inter – Napoli: la fame nerazzurra contro la voglia di rivincita

I loghi di Inter, Napoli e Coppa Italia

L’Inter vuole partire col piede giusto, nella semifinale d’andata con il Napoli.

Quella in programma questa sera tra Inter e Napoli sarà una partita che definire calda è davvero un eufemismo. La squadra nerazzurra, dopo la rocambolesca vittoria nel derby di domenica sera, vuole dare seguito al suo buon momento e superare il secondo impervio gradino di un febbraio che sarà veramente decisivo, per la banda-Conte, tra campionato, Europa League e coppa nazionale. I “bauscia” vogliono lottare su tutti i fronti per provare a tornare ad assaporare la gioia di un successo.

Il Napoli, invece, continua una stagione che non può che essere definita un calvario. Tra moltissime ombre e qualche luce (come la vittoria in campionato di qualche settimana fa contro la Juventus e il positivo impatto dei nuovi arrivati Demme e Politano), i partenopei puntano con decisione sulla Coppa Italia come trofeo in cui dare un senso a un’annata no. L’ennesimo passo falso di domenica in campionato contro il Lecce è però un campanello d’allarme mica male per Gattuso e i suoi.

In vista della super sfida di San Siro (la prima dopo i terribili incidenti tra i tifosi del Natale 2018: la trasferta è infatti proibita agli ultras azzurri), Conte opererà qualche lieve cambio rispetto alla squadra anti-Milan: conferma tra i pali per Padelli, la difesa vedrà probabilmente il rientro di Bastoni e Ranocchia. A centrocampo, Eriksen dovrebbe giocare dal primo minuto, con Brozovic e Barella e con Moses e Biraghi, almeno all’inizio, più di Candreva e Young. Davanti, sicuro il rientro di Lautaro Martinez: possibile partenza dalla panchina per Lukaku, con Sanchez partner d’attacco dell’argentino, a meno che Conte non provi il 3-5-1-1 con Eriksen avanzato. In tal caso ci sarebbe spazio ancora per Vecino. Nel Napoli, Meret per Ospina in porta e Manolas per Maksimovic in difesa. In mezzo, più Allan che Lobotka con Demme e Zielinski. Politano-Milik-Insigne il trio offensivo.

Milan – Juventus: Ibra guida i rossoneri all’assalto della Vecchia Signora

I loghi di Milan, Juventus e Coppa Italia

Il Milan cerca il riscatto in Coppa Italia contro la Juve, dopo il ko nel derby.

San Siro ospiterà anche la seconda gara d’andata delle semifinali della Coppa Italia 2019/20: domani sera, infatti, sempre alle 20.45, al Meazza andrà in scena una classica del nostro calcio come Milan – Juventus. Per entrambe, la partita conterà moltissimo, al di là del valore in sé di una semifinale di coppa. I rossoneri vogliono un immediato riscatto dopo l’incredibile ko nel derby: dopo 45 minuti di ottimo calcio conditi da due gol, il Diavolo si è squagliato, sparendo nella ripresa e subendo 4 colpi letali da Lukaku e compagnia. Anche la Juve, però, è reduce da una sconfitta che brucia: sabato sera i bianconeri sono affondati a Verona dopo essere passati in vantaggio a venti minuti dalla fine, subendo la rimonta firmata Borini-Pazzini.

Campanelli d’allarme sia a Milano che a Torino, dunque. In casa rossonera per la scarsa tenuta mentale: l’effetto Ibrahimović si fa sentire, questo è vero, ma lo svedese da solo non può tenere in piedi la baracca e Pioli deve lavorare sull’aspetto psicologico dei suoi. La Vecchia Signora invece è scossa dal cattivo rendimento del centrocampo, soprattutto di Pjanic, e da voci ricorrenti di un certo malcontento che serpeggia negli spogliatoi tra la vecchia guardia e il coach Maurizio Sarri. Sarà interessante vedere se le motivazioni milaniste (per loro la Coppa Italia è obiettivo primario della stagione) faranno la differenza contro una Madama confusa e impegnata su più fronti, e con un campionato mai così aperto negli ultimi anni.

Capitolo-formazioni: difficile immaginarsi un Milan molto diverso da quello visto contro l’Inter. Le uniche variazioni potrebbero essere la presenza di Musacchio come centrale difensivo al posto di Kjaer, accanto a Conti, Romagnoli e all’insostituibile Theo Hernandez, e il possibile riposo, almeno all’inizio, di Kessie e Calhanoglu, rimpiazzati eventualmente da Krunic e Bonaventura. Ibra non vede l’ora dello scontro a distanza con CR7, e in attacco sarà affiancato dal buon Rebic di questa fase di stagione. Nella Juventus, spazio a Buffon tra i pali, con Cuadrado e Alex Sandro terzini a proteggere De Ligt e Bonucci. A centrocampo, Pjanic con Bentancur e Matuidi (più di Rabiot). Consueto rebus davanti, con Dybala favorito su Higuain per affiancare Ronaldo. Più Bernardeschi che Ramsey come trequartista.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
I loghi di Inter, Napoli e Coppa Italia

Articoli correlati