Champions League: gli incontri più interessanti della prima giornata

Prenderà ufficialmente il via martedì 18 settembre la fase a gironi della Champions League 2018-19. La formula è quella ormai rodata degli 8 gironi di 4 squadre, al termine dei quali seguirà la fase ad eliminazione diretta. Ai nastri di partenza ben 4 squadre italiane, ovvero Juventus, Napoli, Roma e Inter.

Champions League: una prima giornata già con grandi match

Uno stadio con le squadre che si scaldano prima dell'inizio di una partita di Champions League, con il logo della manifestazione in primo piano

Champions League 2018/2019: al via la fase a gironi. ©shutterstock.com

Una delle regole non scritte della Champions League è quella di riuscire a partire con il piede giusto nella fase a gironi: ogni punto è prezioso, soprattutto per le squadre inserite in raggruppamenti di ferro, ed è essenziale cercare di sfruttare al meglio il calendario. La prima giornata, come sempre divisa in due serate tra martedì 18 e mercoledì 19 settembre, presenta già dei match davvero imperdibili.

Il match più affascinante è senza dubbio quello di martedì sera alle 21.00 tra Liverpool e Paris Saint-Germain: i Reds guidati da Jürgen Klopp stanno incantando in Premier League, guidando la classifica a punteggio pieno insieme al Chelsea di Sarri con un gioco frizzante e concreto allo stesso tempo. Il PSG è atteso nuovamente alla prova della maturità internazionale: (quasi) imbattibili in Francia, Cavani & Co. stentano sempre a dire la loro in Champions.

Nel calendario della prima giornata spiccano poi anche due partite che vedono coinvolte le italiane: l’Inter di Luciano Spalletti, inserita in un girone difficilissimo insieme a Barcellona e PSV Eindhoven, è attesa alle 18.55 a un turno casalingo molto complicato con il Tottenham. La squadra di Londra esprime uno dei giochi più rodati e piacevoli d’Europa, mentre l’undici milanese sta incontrando difficoltà a livello di gioco e mentalità non preventivabili a inizio stagione, dopo una campagna acquisti estiva decisamente importante. Spurs che saranno privi di due pedine fondamentali come Lloris in porta e Alli davanti, e gara che si presenta incerta e combattutissima.

Il Real Madrid detentore del titolo ospita invece, mercoledì 19 alle 21.00, la Roma: ci sarà grande curiosità per vedere come i Blancos, orfani di Cristiano Ronaldo, si comporteranno in una competizione che negli ultimi anni hanno a dir poco dominato. Nonostante la dipartita di CR7, la rosa è talmente ricca di talento che i madridisti sono i favoriti d’obbligo anche quest’anno. Per la Roma, fin qui decisamente deludente in campionato, la bolgia del Santiago Bernabeu metterà a dura prova ambizioni e carattere di una squadra chiamata a confermare la splendida cavalcata europea dell’anno scorso, conclusasi solo in semifinale ad opera del Liverpool.

E a proposito di Cristiano Ronaldo, la nuova stella della Juve, che quest’anno è sicuramente una delle pretendenti alla coppa con più ambizioni, volerà con i suoi compagni a Valencia, per affrontare, sempre mercoledì alle 21.00, la squadra locale: i “Pipistrelli” guidati da Marcelino sono partiti lenti nella Liga, ma in Europa hanno sempre la fama di squadra rognosa, soprattutto in casa. Anche qui, sarà importante giocare con la testa sulle spalle e cercare di portare a casa punti preziosissimi, in un girone che vedrà inevitabilmente il testa-a-testa con il Manchester United.

Le altre partite in programma

Tra le 12 partite che compongono il resto del programma della prima giornata non mancano naturalmente altri spunti di interesse: martedì 18, alle 18.55, l’Inter presterà attenzione anche alla partita di Barcellona, dove i blaugrana non dovrebbero faticare troppo con il PSV. Sempre martedì, ma alle 21.00, l’Atletico Madrid di Griezmann e Simeone giocherà contro il Monaco, per una partita che si preannuncia divertente. L’ultima italiana, il Napoli, giocherà martedì alle 21.00 in quel di Belgrado contro la Stella Rossa: ciò che spaventa la banda-Ancelotti saranno i 50.000 del “Marakana”, lo stadio dei serbi, capace di trasformarsi in un vero dodicesimo uomo nelle partite in casa. Bruges – Borussia Dortmund, Schalke 04 – Porto e Galatasaray – Lokomotiv Mosca chiuderanno il quadro per il martedì.

Mercoledì 19, invece, oltre alle partite di cui già abbiamo parlato, si sfideranno Ajax e AEK Atene, mentre la matricola tedesca, l’Hoffenheim, se la vedrà in casa contro l’insidiosissimo Shaktar Donetsk. La corazzata tedesca del Bayern Monaco, sempre una delle squadre in lizza per il successo finale in Champions, inizierà il suo torneo in casa del Benfica e con una rosa falcidiata dagli infortuni di Coman, Rafinha e Tolisso. Gli altri grandi favoriti di quest’anno, il Manchester City di Guardiola, non lasceranno grandi speranze ai francesi dell’Olympique Lione, mentre il derby slavo tra Vitoria Pilsen e CSKA Mosca e la sfida tra gli svizzeri dello Young Boys e il Manchester United di Mourinho, Pogba e Lukaku chiuderanno gli incontri del primo match-day.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati