Champions League 2020/21: Inter e Juventus, o la va o la spacca

Ultima giornata dei gironi di Champions League 2020/21. Le italiane sono tutte ancora in lizza per il passaggio del turno, ma l’Inter è condannata a vincere con lo Shaktar Donetsk. La Juve cerca un difficile primo posto con il Barcellona, l’Atalanta non può sbagliare con l’Ajax. Alla Lazio basta non perdere contro il Bruges.

Barcellona – Juventus: i bianconeri sognano il colpaccio

I loghi di Barcellona, Juventus e Champions League

Juve in missione impossibile: strappare il primo posto nel girone al Barcellona.

Dopo qualche anno, torna il grande duello Messi vs Ronaldo. I due campionissimi, probabilmente i più grandi calciatori in attività, tornano a fronteggiarsi stasera alle 21.00 in terra di Catalogna in un match ufficiale qualche anno dopo le infinite sfide nel campionato spagnolo. All’andata CR7 era assente, infatti, e senza di lui i bianconeri alzarono bandiera bianca. Stavolta la solfa però potrebbe cambiare.

Certamente, Barcellona – Juventus è sfida suggestiva di per sé. Nello specifico, però, il sale alla partita è dato dal tentativo della Juventus di strappare il primo posto nel girone proprio ai blaugrana, che attualmente guidano il gruppo G con 15 punti, tre in più dei torinesi. Che devono quindi sperare di vincere con più di due gol di vantaggio per conquistare la vetta. Difficile? Sì, ma non impossibile.

I catalani in campionato stanno facendo malino, e nel turno di questo weekend si sono arresi per 2-1 al Cadice, così che attualmente veleggiano addirittura al nono posto. La Juventus, invece, ha vinto con lo stesso punteggio il derby con il Torino, ma non ha certo fornito una gran prova e i tentennamenti della gestione-Pirlo continuano ad esserci tutti.

Molte le assenze nel Barcellona, con Koeman che farà a meno di Piqué, Fati, Dembelé, Roberto e Umtiti. Il 4-2-3-1 del tecnico olandese vedrà Ter Stegen in porta, con Dest, Mingueza, Lenglet e Jordi Alba in difesa. A centrocampo, Pjanic e Alena in mezzo al campo, con Messi, Griezmann e Trincao trequartisti alle spalle di Braithwaite. Nella Juve, torna Morata dal 1′ minuto. Lo spagnolo, squalificato in campionato, comporrà il reparto offensivo con Ronaldo, mentre davanti a Szczesny vedremo Cuadrado, De Ligt, Bonucci e Alex Sandro e a centrocampo McKennie con Arthur, Ramsey e Chiesa. Per i bookmaker è vantaggio blaugrana. bwin quota la vittoria del Barça 2.10 e quella bianconera 3.25.

Inter – Shaktar Donetsk: i nerazzurri devono vincere e aspettare

I loghi di Inter. Shaktar Donetsk e Champions League

Inter: battere lo Shaktar e sperare che Real e Borussia non facciano il “biscotto” per andare avanti in Champions League.

Psicodramma (in senso sportivo, s’intende): una parola che i tifosi interisti conoscono fin troppo bene e che anche domani sera alle 21.00 si proporrà nell’ennesima replica. Nella partita contro gli ucraini dello Shaktar Donetsk, valida per l’equilibratissimo girone B, Lukaku e compagni devono vincere e contemporaneamente sperare che Borussia Mönchengladbach e Real Madrid non organizzino il “biscotto”, per sperare nel passaggio agli ottavi.

Inutile rimuginare sui molti rimpianti di questa campagna europea dei milanesi, a partire dalla mancata vittoria all’andata proprio con lo Shaktar e ai punti persi con uno dei Real Madrid meno competitivi degli ultimi 15 anni. Come spesso accade, la squadra di Conte giocherà con un solo risultato possibile e comunque non essendo padrona del proprio destino, ma tant’è.

Contro lo Shaktar occorrerà innanzitutto vincere e chiudere i conti il prima possibile. Le recenti uscite in campionato (3-0 al Sassuolo e 3-1 al Bologna) così come la vittoria nel turno precedente proprio contro il Borussia, possono rassicurare il mister almeno a livello di grinta e intenzione. Il resto lo faranno i ventidue impegnati a Madrid.

Capitolo formazioni: Conte si affiderà ai suoi uomini migliori e/o più in forma. Nel 3-5-2 nerazzurro vedremo capitan Handanovic in porta, con Skriniar, De Vrij e Bastoni in difesa. L’ottimo Hakimi presidierà la fascia destra, con Yound dall’altra parte e il terzetto Barella-Brozovic-Vidal in mezzo. Davanti ovviamente Lukaku e Lautaro Martinez. Lo Shaktar, che ha anch’esso ancora speranze di qualificazione, risponderà con Trubin tra i pali e con Dodo, Bondar, Stepanenko e Vitao in difesa. Matviyenko e Kovalenko agiranno a centrocampo, con Teté, Marlos e Taison alle spalle di Moraes. bwin quota la vittoria interista a 1.30 e quella ucraina a 8.25. Basterà?

Gli impegni di Lazio e Atalanta

Lucidità e accortezza: devono essere queste le due parole d’ordine per Lazio e Atalanta, impegnate rispettivamente questa sera contro il Bruges (gruppo F) e domani contro l’Ajax (gruppo D, a Amsterdam).

La Lazio, dopo aver superato lo Spezia nel turno precedente di campionato, è chiamata a una gara accorta contro i belgi, nettamente inferiori come organico ma comunque da non sottovalutare. Basterà non perdere per passare il turno, e in caso di sconfitta del Borussia Dortmund potrebbe addirittura arrivare il primo posto. bwin quota 1.72 il successo di Immobile & Co. e 4.50 quello del Bruges.

Per l’Atalanta, invece, dopo l’imprevisto giorno di riposo dovuto al rinvio del match di campionato contro l’Udinese, c’è in programma una sfida di grande prestigio contro l’Ajax (all’andata terminò 2-2). La Dea è attualmente seconda con un punto di vantaggio sui lancieri. Anche qui occorre non perdere per passare il turno da seconda (il Liverpool è irraggiungibile a quota 12 punti). Partita equilibrata per bwin, che vede la vittoria olandese a 2.20 e quella atalantina a 2.90.

Le altre partite dell’ultima giornata

In molti casi, i match dell’ultima giornata della fase a gironi della Champions League 2020/21 potranno essere decisive per delineare il quadro delle partecipanti agli ottavi. Vediamo velocemente il calendario, che inizia questa sera con Zenit – Borussia Dortmund, decisiva per il girone della Lazio. Chelsea – Krasnodar e Rennes – Siviglia sono poco più che amichevoli di lusso, perché i giochi nel gruppo E sono fatti, con inglesi e spagnoli già qualificati. Dinamo Kiev – Ferencváros, nel girone di Juve e Barça, è invece uno spareggio per un posto in Europa League. Tutto da seguire invece il gruppo H, che vede Lipsia, PSG e Manchester United in testa con 9 punti. Quasi scontata la vittoria dei francesi, impegnati contro l’ultimissimo Başakşehir; così che Lipsia – Manchester United sarà un vero e proprio spareggio all’arma bianca.

Mercoledì invece, Midtjylland – Liverpool sarà un allenamento o poco più per i Reds, già qualificati da primi nel gruppo dell’Atalanta. Real Madrid e Borussia Mönchengladbach possono passare entrambe il turno non facendosi male, ma difficile pensare a un “biscotto” con i tedeschi. Nel gruppo A, ininfluente per la classifica Bayern Monaco – Lokomotiv Mosca, se non per il tentativo dei russi di centrare almeno l’Europa League. L’Atletico Madrid non deve invece perdere con il Salisburgo per non rischiare una clamorosa eliminazione. Il Manchester City e il Porto saranno invece, nel gruppo C, arbitri dei destini in Europa League di Olympique Marsiglia e Olympiacos, oltre che del loro primo posto nel raggruppamento.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
I loghi di Barcellona, Juventus e Champions League

Articoli correlati