Champions League 2019/20: gli incontri top della seconda giornata

Torna la Champions League 2019/20 con la seconda giornata della fase a gironi. Sfida ricca di fascino, quella che attende l’Inter e il Barcellona, ma anche per l’Atalanta c’è una gara importantissima, contro lo Shaktar Donetsk. La Juve aspetta i tedeschi del Bayer Leverkusen, impegno facile per il Napoli contro i belgi del Genk.

Le sfide di martedì: Atalanta, contro la Shaktar serve solo vincere

I loghi di Atalanta, Shaktar Donetsk e Champions League

Partita di importanza fondamentale per il cammino Champions dell’Atalanta, quella con lo Shaktar Donetsk.

Il turno delle italiane comincia martedì alle 19.00, con l’Atalanta che, sul campo neutro di San Siro, attende gli ucraini dello Shaktar Donetsk. La Dea deve assolutamente riprendersi dallo shock della prima giornata, quando contro la Dinamo Zagabria (sulla carta il team più debole del girone) è arrivato un pesantissimo 4-0. Emozione per il debutto in Champions, migliore condizione fisica dei croati, errori di Gasperini: un mix di tutto quanto, ma il punto è che ora è più che mai necessario vincere con lo Shaktar, per non vedere già compromessa l’avventura europea. Anche gli ucraini però sono a quota zero, avendo perso la prima contro il Manchester City

I nerazzurri si sono ripresi decisamente bene, in campionato, dal ko in Champions, e sono arrivate vittorie prestigiose contro la Roma e, nell’ultimo turno, con il Sassuolo, asfaltato dagli orobici 4-0. Il Gasp sceglierà sicuramente l’assetto migliore per i suoi, con Gomez dietro Zapata e Ilicic, e un centrocampo con De Roon (tenuto a riposo nell’ultima di campionato) in mezzo con Freuler, Castagne e Gosens sulle fasce. Nello Shaktar, occhio alla pattuglia brasiliana, con il terzino sinistro Ismaily e gli esterni Taison (capitano della squadra), Tété e Marlos.

Juventus – Bayer Leverkusen: i bianconeri vogliono i tre punti

Sempre mercoledì, ma alle 21.00, la Juventus attende i tedeschi del Bayer Leverkusen. Nella prima giornata, le “aspirine” hanno incassato una sconfitta interna contro il Lokomotiv Mosca, che potrebbe pesare molto negli equilibri del girone. I bianconeri hanno vinto in scioltezza contro la Spal nell’ultimo turno di campionato, convincendo soprattutto davanti e ritrovando la celeberrima solidità difensiva nonostante le molte assenze. Unico dubbio per Sarri, il solito: chi affiancherà Ronaldo, Dybala come contro la Spal o Higuain?

Per il resto, confermato l’assetto con il trequartista (il gallese Ramsey), mentre la difesa vedrà ancora De Ligt di fianco a Bonucci, con Cuadrado e Alex Sandro sulle fasce, e il centrocampo a tre Khedira-Pjanic-Matuidi. Nel Bayer, da tenere d’occhio è soprattutto il giovanissimo trequartista Havertz, promessa del calcio tedesco. In avanti, da non sottovalutare la punta centrale Volland, spesso decentrato a favore dell’altra punta Alario. In difesa, anche il tedesco-ivoriano Tah è un profilo interessante. La squadra di mister Bosz, quando è al meglio, gioca un calcio propositivo e arioso (scuola-Ajax): la Juve non dovrà sottovalutarlo.

Completeranno il quadro di martedì sera altre 6 sfide, tra cui spicca un prestigioso Tottenham – Bayern. Il Real Madrid ospiterà il Bruges, mentre il Paris Saint-Germain vola in Turchia per sfidare il Galatasaray. Manchester City – Dinamo Zagabria, Stella Rossa – Olympiakos, Lokomotiv Mosca – Atletico Madrid le altre gare in programma.

Le sfide del mercoledì: Inter in cerca dell’impresa a Barcellona

I loghi di Barcellona, Inter e Champions League

È big match di Champions League al Camp Nou, tra Barcellona e Inter.

Quella di mercoledì sera alle 21.00 al Camp Nou sarà una sfida da far tremare le gambe, per l’Inter. Dopo il deludente pareggio della prima giornata contro lo Slavia Praga, per la squadra di Conte arriva ora la sfida nella tana dei favoriti non solo per il passaggio del turno ma anche per la vittoria della coppa, insieme ad altre tre-quattro squadre. Di sicuro, se c’è un buon momento per incontrare i blaugrana, però, è questo, per i nerazzurri, che arrivano al match da capolista imbattuta in Italia e con più certezze che dubbi. Il Gruppo F è equilibratissimo, con tutte le squadre a quota 1 punto. Il Borussia Dortmund cercherà di fare punti a Praga con lo Slavia.

Il Barcellona, invece, non è affatto in un buon momento: sabato contro il Getafe nella Liga è arrivato un successo, ma la classifica al momento dice quarto posto, con già due sconfitte in saccoccia. Non solo: i catalani vivono un periodo tribolato, con Messi alle prese con un fastidio muscolare e in forse e anche Dembelé probabile assente, ma anche con uno spogliatoio in subbuglio e in polemica con la società per la gestione della preparazione estiva. Conte, dal canto suo, sceglierà probabilmente la coppia Lukaku-Sanchez in attacco, nonché l’esperienza di Godin (fuori nella sfida di campionato con la Samp) in difesa. Centrocampo con il trio Barella-Brozovic-Sensi e Candreva-Asamoah sulle fasce.

Napoli, nessun passo falso contro il Genk

Impegno sulla carta decisamente abbordabile, per il Napoli, che mercoledì alle 19.00 se la vedrà in Belgio con il Genk, che nella prima giornata ha vissuto un esordio da incubo, perdendo 6-2 contro il Salisburgo. Anche se la squadra di Ancelotti arriva da un momento un po’ così in campionato (sconfitta imprevista contro il Cagliari e successo risicato contro il Brescia) la trasferta nella provincia del Limburg non dovrebbe essere un problema, per gli azzurri, che devono assolutamente vincere per volare a quota sei punti e lasciare indietro il Liverpool, impegnato proprio contro il Salisburgo in una sfida da non sbagliare.

Ancelotti sceglierà di nuovo Mertens e Milik in attacco, con qualche possibile rimescolamento in mezzo al campo, dove Zielinski non pare ancora quello spesso decisivo dell’anno scorso. Sicuro il ritorno di Koulibaly in difesa di fianco a Manolas, con Di Lorenzo e Ghoulam esterni. Nel Genk, i due giocatori da tenere sotto controllo sono il mediano Berge e la punta centrale tanzanese Samatta: troppo poco per impensierire Insigne e compagni.

Le sfide che completeranno il programma di mercoledì sono Lilla – Chelsea, Zenit – Benfica e le divertenti (sulla carta) Valencia – Ajax, entrambe reduci da una vittoria nella prima giornata, e Lipsia – Lione, con i francesi che devono assolutamente andare a punti per non vedere già compromesso il cammino europeo.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati