Atletica Leggera: dal 7 agosto il via agli Europei di Berlino

Prenderà il via martedì 7 agosto a Berlino il Campionato Europeo di atletica leggera 2018. La manifestazione sarà ospitata nello Stadio Olimpico della capitale tedesca e si concluderà domenica 12 agosto. Gli atleti di 50 nazioni diverse (Russia non presente a causa della sospensione per doping della federazione) si misureranno in 48 specialità diverse, 24 maschili e altrettante femminili.

Berlino 2018: Filippo Tortu atteso nei 100m

Un corridore ai blocchi di partenza su una pista di atletica e il logo dei Campionati Europei Berlino 2018

Al via i campionati Europei di Atletica Leggera Berlino 2018. ©shutterstock.com

Le aspettative della delegazione azzurra per la manifestazione continentale sono abbastanza alte, dal momento che la squadra del Belpaese ha diverse frecce al suo arco. Dopo diversi anni di buio e di magri risultati anche a livello europeo, la spedizione italiana può contare su alcuni atleti di alto valore.

Le speranze maggiori di medaglia sono riposte sul velocista Filippo Tortu, capace di ritoccare il record italiano dei 100m che da lungo tempo apparteneva al grande Pietro Mennea. Il tempo di 9’99 lo colloca al rango di nuovo primatista italiano della specialità. Tortu punta deciso al podio, anche se la concorrenza non manca di certo, con il britannico Hughes ed il francese Vicaut nella veste di avversari più pericolosi. Nella gara più attesa c’è anche Mark Jacobs, autore di un tempo di 10’08 in stagione e anche lui in gioco per portare all’Italia una medaglia quanto mai preziosa.

Le altre speranze azzurre

Nei 400m femminili Libania Grenot è chiamata a difendere l’oro conquistato nelle ultime due edizioni. Il tris è l’obiettivo dichiarato dell’atleta italiana, che dovrà fronteggiare la folta concorrenza guidata dalla svizzera Sprunger, primatista stagionale della specialità. Nella stessa specialità in campo maschile attesa per Davide Re, vincitore ai Giochi del Mediterraneo e che potrebbe inserirsi in zona medaglie.

Diverse carte da giocare anche nel mezzofondo, con Yemaneberhan Crippa impegnato sui 5000m. L’italiano detiene il secondo tempo a livello europeo in stagione e ha grandi possibilità di riportare l’Italia sul podio nel mezzofondo dopo ben 8 anni. Nei 3000 siepi buone chances di medaglia per Yohanes Chiappinelli, mentre negli ostacoli femminili Yadisleidi Pedroso e Ayomide Foluronso sono serissime candidate al podio.

In una delle discipline più rappresentative dell’atletica, la maratona, la punta di diamante italiana è Daniele Meucci. Dopo l’oro di Zurigo 2014 e il bronzo di Amsterdam 2016, la terza medaglia consecutiva non è affatto fuori dalla sua portata. Nei 20km di marcia femminili, Antonella Palmisano (bronzo ai Mondiali 2017) può tentare il colpo grosso, così come Eleonora Giorgi.

Dopo l’infortunio che lo ha privato della partecipazione alle Olimpiadi di Rio 2016, Gianmarco Tamberi cerca di rilanciarsi ad alti livelli. Già vincitore di un oro proprio agli Europei di Amsterdam di quell’anno, potrebbe giovarsi della ribalta berlinese per ritornare tra i protagonisti della disciplina, almeno a livello continentale.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati