YGAM e Leeds: l’unione fa la forza, per il gioco responsabile

Una partnership meritoria, in Inghilterra, tra il Leeds United, storica società di calcio britannica di Premier League, e l’YGAM, una delle più importanti associazioni impegnate nella sensibilizzazione sul gioco responsabile, per informare giovani, insegnanti e genitori sulle misure di prevenzione del gioco compulsivo.

Un lavoro di prevenzione a livello locale

I loghi di YGAM e Leeds United e un calciatore in tackle

L’ente benefico inglese YGAM e il Leeds si uniscono all’insegna del gioco responsabile.

La partnership siglata nei giorni scorsi tra YGAM (Young Gamers and Gamblers Education Trust), uno dei più importanti enti inglesi nella campagna per il gioco responsabile, e Leeds United è un segnale molto importante per l’impegno delle squadre di calcio in questa lotta. Il club, ritornato quest’anno in Premier League dopo alcune stagioni in Championship, è, oltre che uno dei team più storici del calcio britannico, una delle società più radicate nel tessuto sociale della cittadina dello Yorkshire.

Particolarmente importante, allora, lo sforzo congiunto per la prevenzione dei fenomeni di gioco compulsivo con uno degli attori più importanti nell’attività di sensibilizzazione del pubblico a queste problematiche. La partnership si concretizzerà nell’opera di informazione di ragazzi, genitori ed insegnanti proprio in merito ai fenomeni di ludopatia e di disturbi legati al gioco.

Rappresentanti della fondazione terranno una serie di corsi e di sessioni di training specificamente indirizzate all’impartire conoscenze legate all’identificazione di situazioni di rischio di gioco compulsivo, e conseguentemente nella fornitura di strumenti di prevenzione e supporto. Al termine delle restrizioni imposte dall’emergenza coronavirus, poi, l’attività di training verrà estesa alle scuole del circondario di Leeds.

Le ragioni dell’accordo, spiegate da YGAM

Maggiori dettagli in merito alle motivazioni della partnership siglata da YGAM e Leeds United sono state fornite dalla stessa fondazione, per voce della responsabile dell’ente per lo Yorkshire e l’Humber, aree cui fa riferimento la città di Leeds, Amy Bussey.

Squadre come il Leeds hanno un’influenza molto forte e positiva sui giovani, e anche un peso notevole all’interno della comunità locale. Coinvolgerle nell’attività di prevenzione e formazione ci permette di lavorare con ragazze e ragazzi prima che i problemi di gioco compulsivo emergano in maniera traumatica.Amy Bussey, Education manager per lo Yorkshire e l’Humber, YGAM

“Lavorare con i calciatori e lo staff della squadra è stato un vero piacere – ha aggiunto Bussey – perchè anche loro avvertono la loro responsabilità educativa. Stanno già cercando di informare e sensibilizzare i giovani sui rischi del gioco, e si percepisce la loro passione per i ragazzi e la volontà di aiutarli a tenere lontani i pericoli, compresi quelli della ludopatia”.

Va aggiunto comunque che di recente il Leeds, appena tornato in Premier League dopo qualche anno in seconda divisione, ha firmato un accordo pluriennale di sponsorizzazione con SBOTOP, uno dei bookmaker più in auge in Inghilterra: si tratta della partnership più ricca per il club in 101 anni di storia.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
I loghi di YGAM e Leeds United e un calciatore in tackle

Articoli correlati