Scommesse USA: nel New Jersey il via alle raccolte da giovedì

La sentenza della Corte Suprema Usa dello scorso maggio ha definitivamente sancito l’abolizione del PASPA, la legge che sanciva il divieto di scommettere sullo sport. Tale sentenza è il frutto di una lunga battaglia iniziata dallo Stato del New Jersey, che per primo si era mosso verso la legalizzazione delle scommesse sportive negli Stati Uniti.

New Jersey: al via le scommesse

Una carta da gioco con stampata la forma dello Stato del New Jersey

Legalizzate le scommesse sportive. ©shutterstock.com

A tre settimane dalla sentenza, il New Jersey è già pronto a rendere operativa la raccolta di gioco. Proprio in questi giorni è stato approvato il disegno di legge per regolamentare e tassare le scommesse sportive nello Stato, firmato dal Governatore Phil Murphy. Dopo il Delaware, anche il New Jersey è quindi ai blocchi di partenza per dare il via alla raccolta e rendere effettiva l’abolizione del PASPA.

Da giovedì 14 giugno sarà possibile piazzare puntate sugli eventi sportivi negli ippodromi statali, nei casinò e presso gli altri operatori. Entro 30 giorni sarà possibile anche giocare online sui vari eventi sia professionistici che legati al circuito dei college.

La legge in questione consente le scommesse alle persone che abbiano compiuto 21 anni e stabilisce inoltre un’aliquota fiscale del 9,75% per le scommesse sportive piazzate nei casinò e nei circuiti, e una del 13% sulle scommesse online.

Sarà compito della Division of Gaming Enforcement del New Jersey gestire la concessione delle licenze e la regolamentazione di tutto il settore, mentre la Racing Commission statale si occuperà dell’approvazione delle varie piste.

Scommesse nel New Jersey: un tesoro per le casse dello Stato

L’approvazione della legge per la regolamentazione delle scommesse sportive nel New Jersey segna un punto importante per l’economia dello Stato stesso. Secondo le prime stime, il mercato regolamentato del betting porterà nelle casse statali ben 17 milioni di dollari all’anno, mentre per i casinò di Atlantic City l’indotto potrebbe essere di diverse decine di milioni l’anno.

Oggi stiamo finalmente realizzando il sogno delle scommesse sportive legalizzate nel New Jersey. Sono entusiasta di firmare la legge 4111, perché significa che i nostri casinò ad Atlantic City e le piste da corsa presenti nel nostro Stato potranno aumentare il proprio business e le prospettive finanziarie. È una mossa che rafforzerà l’intera economia del New Jersey. Phil Murphy, Governatore dello Stato del New Jersey

Sulla scia di New Jersey e Delaware, sono diversi gli Stati pronti a dare il via libera alle scommesse, con i maggiori operatori pronti a scatenarsi nel mercato.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati