LeoVegas: due nuovi reclami alla CE contro Decreto Dignità

Continua la battaglia di LeoVegas alla Commissione Europea contro le restrizioni imposte dal Decreto Dignità. Dopo il precedente reclamo, presentato lo scorso 24 luglio, LeoVegas ha annunciato l’intenzione di presentare due nuovi reclami alla Commissione Europea.

LeoVegas: due nuovi reclami in Commissione Europea

La sede della Commissione Europea a Bruxelles e il logo Leo Vegas

LeoVegas contro il Decreto Dignità: reclami alla CE. ©shutterstock.com

Il primo reclamo contro il Decreto riguardava la violazione dell’obbligo di notifica dell’articolo 5 della Direttiva dell’Unione Europea 2015/1535 e inoltre degli articoli 54 e 56 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea.

Prossimamente la società svedese, presente in Italia dal 2017 con la piattaforma LeoVegas.it, intende presentare due nuovi reclami contro la manovra voluta fortemente dal ministro Luigi Di Maio. LeoVegas ha inoltre iniziato un importante lavoro di sensibilizzazione nei confronti del Parlamento Europeo, in modo che la questione venga affrontata nel più breve tempo possibile.

A dimostrazione che il problema abbia una certa rilevanza il fatto che alla Commissione Europea siano giunti altri reclami da diverse società del gioco online attive nel Belpaese.

Le parole di Niklas Lindahl (LeoVegas Italia)

Sulla questione è intervenuto Niklas Lindahl, Country Manager di LeoVegas Italia, che ha anticipato i temi dei due reclami, ovvero gli aiuti di Stato e la concorrenza.

“Ho avuto modo di fare degli importanti incontri con alcuni membri del Parlamento Europeo al fine di sensibilizzarli sull’urgenza di affrontare la tematica dei reclami contro il Decreto Dignità da parte della Commissione Europea. Oltre all’Italia, anche nazioni come la Lituania, la Bulgaria e la Svezia stanno affrontando importanti cambiamenti legislativi, ma a differenza dell’Italia hanno tutti rispettato l’articolo 5 della Direttiva dell’Unione Europea 2015/1535, è evidente come il tema della pubblicità nel settore del gioco online sia una questione di prioritaria urgenza per l’Unione Europea”, queste le parole di Niklas.

Questi ha poi sottolineato come

LeoVegas sarà alla guida per la difesa dei diritti dei lavoratori di un intero settore che è stato demonizzato troppo a lungo, senza che vi siano ragioni oggettive e sostanziate da dati ufficiali, ma che anzi è il più sicuro e attento verso la ludopatia.Niklas Lindahl, Country Manager di LeoVegas Italia

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati