Gioco responsabile: la KSA distribuisce i fondi anti-ludopatia

La lotta ai fenomeni legati al gioco compulsivo e l’impegno per la promozione del gioco responsabile sono tra i primari obiettivi delle gambling authority di tutto il mondo. La KSA, l’ente olandese, ha di recente reso noti i nomi dei primi tre beneficiari del fondo anti-ludopatia generato negli scorsi mesi dal governo dell’Aja.

Il senso e la missione del fondo anti-ludopatia

Il logo della KSA e una coppia davanti a un laptop

La gambling authority olandese rende noti i primi enti beneficiari del fondo antiludopatia.

Nei mesi scorsi, il governo olandese, di concerto con la Kansspelautoriteit (KSA), la gambling authority dei Paesi Bassi, ha istituito un fondo anti-ludopatia (VPF, questa la sua sigla), come diretta emanazione della nuova legge che normerà il gioco e le scommesse online nel Paese dei tulipani, destinata a entrare in vigore ad aprile.

Il fondo, destinato a fornire supporto materiale a enti e associazioni impegnate nella promozione del gioco responsabile, è finanziato dalla vigente tassazione sul gioco, ed è stato pensato proprio per sollecitare attenzione su quei giochi e prodotti considerati più ad alto rischio di caduta in fenomeni di gioco compulsivo.

Ogni anno vengono individuati i possibili destinatari del fondo attraverso la risposta a tre precisi obiettivi stabiliti per legge: il trattamento in forma anonima del gioco compulsivo, la ricerca nella prevenzione e nel supporto alle ludopatie e il censimento annuale a livello nazionale dei giocatori problematici e delle loro strutture familiari.

I destinatari delle sovvenzioni

Il bando di concorso pubblico per ricevere i fondi anti-ludopatia è stato lanciato nel giugno del 2020: negli scorsi giorni sono stati comunicati i primi tre vincitori. Il primo è l’associazione HANDS (Human Assistance Network for Daily Support), che sta lavorando alla creazione di uno sportello di supporto e informazione per tutti i giocatori olandesi, in vista dell’entrata in vigore delle nuove norme.

Il secondo è ZonMw, una organizzazione governativa che supporta e finanzia la ricerca sul gioco responsabile e sui comportamenti dei giocatori compulsivi. Nello scorso agosto, ZonMw era stata incaricata dalla stessa KSA dello sviluppo di un programma di ricerca volto alla prevenzione delle ludopatie. Il primo di questi programmi partirà nel prossimo mese di ottobre.

L’ultimo destinatario è l’Istituto di Prevenzione nazionale (Dutch National Health Care Institute). Con i fondi ricevuti, si incaricherà di implementare uno schema programmatico per il trattamento anonimo degli utenti vittima di gioco compulsivo.

A margine di questa notizia, la Kansspelautoriteit ha presentato nelle scorse settimane il suo marchio di garanzia ufficiale, destinato a comparire nelle home page di tutti i siti scommesse e casinò online attivi in Olanda nel momento dell’entrata in vigore della nuova legge.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Il logo della KSA e una coppia davanti a un laptop

Articoli correlati