Austria, l’Authority per le scommesse non sarà più governativa

Si presenta come una svolta importante per il settore del betting locale, quella nell’aria in Austria. L’esecutivo del Paese alpino sta pensando alla creazione di un ente regolatore per gioco e scommesse di proprietà non più governativa ma indipendente. Attualmente, tale organo risponde infatti al Ministero delle Finanze.

La scelta dell’esecutivo austriaco

La bandiera della Spagna

L’Austria medita di creare un’agenzia indipendente dal Governo per gioco e scommesse.

Fino ad oggi, e in maniera simile a quanto accade per la stragrande maggioranza degli stati europei, in Austria l’autorità responsabile della sorveglianza su gioco e scommesse era governativa. L’esempio immediato per noi è l’ADM (Agenzia dei Monopoli, ex AAMS), che regola appunto la concessione delle licenze per betting e casinò online oltre a svolgere funzione di arbitro del mercato regolato.

In Austria, tale funzione era fino ad oggi esercitata dal Ministero delle Finanze. Il responsabile del dicastero, però, l’esponente del Partito Popolare Gernot Blümel, ha manifestato nei giorni scorsi l’intenzione dell’esecutivo di sganciarsi da questa mansione, istituendo così un organismo indipendente esterno che ne vada a fare le veci.

Blümel, che è entrato in carica nel gennaio di quest’anno, si è trovato a gestire una situazione assai difficile per tutto il settore, perché il governo, a causa della legge attuale, poco strutturata per le sue necessità, impedisce di fatto al Ministero delle Finanze di assumere la sua funzione di ente regolatore.

Le dichiarazioni provenienti dal Ministero delle Finanze

Si è assunto Felix Lamezan-Salins, portavoce del Ministro delle Finanze, l’incarico di spiegare le ragioni di questa scelta in una nota ufficiale diramata ai mezzi di comunicazione, nella quale si spiega anche che il nuovo ente si accollerà le funzioni attualmente esercitate dal dicastero, in termini di casinò online, poker, bingo ma parzialmente anche di scommesse sportive online. Attualmente, infatti, la legislazione in materia è regolata in maniera individuale da ognuno dei nove stati federali che compongono l’Austria. Queste le dichiarazioni del portavoce:

Il processo di creazione del nuovo ente regolatore è appena iniziato. Vogliamo creare una istituzione indipendente, che sarà responsabile della supervisione del mercato, della concessione delle licenze, della trasparenza e della protezione degli utenti.Felix Lamezan-Salins, Ministero delle Finanze, Austria

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
La bandiera della Spagna

Articoli correlati