Sisal si allea con BT per la “conquista” della National Lottery

Sisal fa veramente sul serio, per l’ottenimento della licenza di gioco per la gestione della National Lottery, un’istituzione del gioco pubblico nel Regno Unito. Il bookmaker italiano ha messo a segno un’importante partnership con BT. British Telecom offrirà all’operatore il suo know-how tecnologico per completare l’offerta.

Un accordo di grande importanza

I loghi di Sisal e BT, e una ragazza con in mano delle cartelle della lotteria

Nella lotta per aggiudicarsi i diritti per la National Lottery, Sisal trova un forte alleato: British Telecom.

Nei giorni scorsi è stata comunicata la firma sull’accordo di partnership tra Sisal e il gigante delle telecomunicazioni britannico BT (British Telecom), all’interno della candidatura del bookmaker italiano per l’ottenimento della licenza necessaria alla gestione della National Lottery, la lotteria nazionale britannica amata e giocatissima da tutti i sudditi di Sua Maestà. Sono quattro le concessioni di gioco che verranno erogate dalla UK Gambling Commission.

Come parte dell’accordo, BT fornirà all’operatore italiano con sede a Milano tutta l’esperienza e il know-how tecnologico per combinare le reti mobile e di telefonia fissa nel Regno Unito in modo da ampliare l’appeal della lotteria nazionale inglese.

L’assegnazione della quarta ambitissima licenza verrà comunicata nel 2023: manca ancora molto, dunque, ma la lotta tra i pretendenti, tra i quali ci sono marchi importanti quali Camelot e Sazka, brand della Repubblica Ceca in lizza con il suo consociato britannico Allwyn, è già adesso accesissima.

Nello scorso aprile, proprio Allwyn ha stretto un accordo commerciale con l’altro gigante delle telecomunicazioni britannico Vodafone, avente le medesime caratteristiche di quello concluso da Sisal nei giorni scorsi.

I commenti dai quartieri generali di Sisal e BT

C’è evidentemente soddisfazione, nel quartier generale di Milano di Sisal, per la partnership con BT, motivata, nelle parole del CEO del bookmaker, Francesco Durante, dalla “incomparabile comprensione del mercato britannico” che British Telecom è in grado di mettere sul piatto. L’a.d. di Sisal ha anche aggiunto:

BT è il leader indiscusso delle telecomunicazioni nel Regno Unito: la sua esperienza nel settore digitale, l’approccio focalizzato sugli utenti e il suo impegno costante per l’innovazione garantiranno alla nostra candidatura le caratteristiche per essere la migliore scelta possibile per la National Lottery.Francesco Durante, CEO, Sisal

Anche negli uffici di British Telecom si respira soddisfazione per questa partnership. Ecco il commento di Dean Terry, managing director per il settore corporate e pubblico:

Il nostro know-how è in grado di assicurare che la quantità di soldi raccolti dalla National Lottery per le giuste cause sia massimizzata, garantendo nello stesso tempo la sicurezza per i giocatori a rischio. Unirci a Sisal è la mossa giusta per proporre una lotteria che guarda al futuro, con un cuore pulsante per l’innovazione tecnologica.Dean Terry, Managing Director, BT

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
I loghi di Sisal e BT, e una ragazza con in mano delle cartelle della lotteria

Articoli correlati