Betting Paesi Bassi, l’authority olandese multa The Stars Group

Il Gruppo Stars verrà multato dall’Authority dei Passi per violazione della legge sulle licenze. Una vera regolamentazione del settore online per il territorio olandese è peraltro assente ed entrerà in vigore solo nel 2020.

The Stars Group multato nei Paesi Bassi

Il logo di BetStars, palle e palline di vari sport, la bandiera dei Paesi Bassi

Stars Group nel mirino del regolatore olandese.

Il noto operatore di gaming The Stars Group è stato multato dalla Kansspelautoriteit (KSA), l’Authority olandese per il settore del gioco d’azzardo online, con una ammenda da 400.000€. Il gruppo di origine svedese, conosciuto per i suoi marchi BetStars e PokerStars, è accusato di aver operato nel paese del nord Europa senza licenza: indagini del regolatore olandese svolte nel corso del 2018 hanno infatti appurato che il Gruppo Stars aveva una serie di proposte esplicitamente destinate al pubblico dei Paesi Bassi. In particolare, è stato rilevato che tra i metodi di pagamento proposti dal bookmaker vi era iDEAL, sistema di deposito e prelievo attivo e disponibile solo in Olanda.

Nuova regolamentazione attesa per il 2020

Nei Paesi Bassi le scommesse online e, più in generale, tutto il gioco d’azzardo diffuso sulla rete, è illegale, poker compreso. Solo Holland Casino è autorizzato a fornire servizi di gambling nei suoi locali fisici, e sono numerosi gli operatori ad essere stati multati nei mesi scorsi, l’ultimo dei quali è Kindred Group. Nel corso del prossimo anno però le cose dovrebbero cambiare. Dal 1. luglio 2020 entrerà infatti in vigore, previa approvazione da parte del Ministero della Giustizia e della Sicurezza, una nuova regolamentazione sul gioco online. Lo step successivo prevede che la Kansspelautoriteit stabilisca le condizioni di licenza, prima del lancio vero e proprio previsto per il 1. gennaio 2021.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati