Pronostici di Serie A 2019/2020: ventitreesima giornata

Juventus, Inter e Lazio: il campionato è un menage à trois, visto il distacco ormai abissale delle prime tre da tutte le altre. La ventitreesima giornata della Serie A 2019/20 vivrà tutta sul derby di Milano di domenica sera. I bianconeri vanno a Verona, mentre i biancocelesti se la vedranno con il Parma. Insidiosa trasferta a Firenze per l’Atalanta.

Il big match della giornata: Inter – Milan

Una delle classicissime del nostro campionato, il derby Inter – Milan. La stracittadina milanese giunge domenica sera al suo capitolo numero 172, con un bilancio che parla di 65 vittorie nerazzurre contro 51 successi milanisti e 55 pareggi. Nelle ultime cinque in casa-Inter, però, abbiamo assistito a tre vittorie del biscione e due segni “X” (il Milan non vince in “trasferta” dal 2010), mentre all’andata fu 2-0 per la banda-Conte, grazie ai gol di Brozovic e Lukaku. Quella in programma per la giornata numero 23 della Serie A 2019/20 sarà una sfida interessantissima per molti motivi: l’importanza del match, in primis, con l’Inter che deve vincere per stare in scia alla Juve e il Milan per salire in classifica; i protagonisti in campo, con due top player di livello mondiale in più rispetto al match d’andata come Ibrahimović da una parte e Eriksen dall’altra che si sono aggiunti ai vari Lukaku e Donnarumma, Brozovic ed Hernandez. E poi in panchina, con Pioli contro la sua ex squadra, ormai del tutto plasmata secondo gli insegnamenti di Antonio Conte. Ne vedremo delle belle!

Inter – Milan
Il logo dell'Inter Ultimi incontri VVVVV
Il logo del Milan Ultimi incontri SSVVV
  • Stadio: Giuseppe Meazza
  • Domenica 9 febbraio 2020 ore 20:45
  • Arbitro: Maresca
  • Le quote sull’1X2 1: 2.00 X: 3.40 2: 4.00

L’Inter si presenta al derby della Madonnina con un centrocampo finalmente adeguato ai molti impegni della squadra nerazzurra: gli arrivi nel mercato di gennaio di Moses, Young e soprattutto di un giocatore di livello assoluto come Eriksen hanno non solo allugato la rosa a disposizione di Conte, ma anche aggiunto non poco in termini di qualità complessiva e possibili soluzioni di gioco. I nerazzurri sono tornati domenica scorsa alla vittoria contro l’Udinese, dopo una serie di pareggi che ne avevano rallentato la corsa. Il gioco deve tornare quello brillante di inizio campionato, ma per lo meno sono tornati i risultati. Il rendimento casalingo della squadra non è impeccabile (6V, 4P, 1S, con due successi e tre pari nelle ultime cinque a San Siro) e questo deve sicuramente essere migliorato. Per la partitissima, assenze pesanti per squalifica: Bastoni in difesa e soprattutto Lautaro Martinez in attacco. A queste si aggiungono quelle di Sensi, Borja Valero e Gagliardini, oltre a Handanovic, che stringe i denti per recuperare (in alternativa, pronto come a Udine il secondo Padelli). Conte sceglierà forzatamente Godin, De Vrij e Skriniar in difesa, mentre a centrocampo vedremo insieme Brozovic ed Eriksen con Barella, con Young e Candreva (in ballottaggio con Moses) sugli esterni. In attacco, insieme a Lukaku sarà Alexis Sanchez a fare reparto.

La grande sera del derby della Madonnina: punta sulla stracittadina milanese con il welcome bonus di Sisal!

La partita di sette giorni fa, in cui il Milan ha un po’ a sorpresa tirato il freno a mano pareggiando in casa contro il comunque ottimo Verona (che infatti ha fatto soffrire non poco il Diavolo) ha evidenziato che, senza Ibrahimović (assente per febbre) e Bennacer (out per squalifica), il Milan si spegne tantissimo. La buona notizia per mister Pioli è dunque il rientro di entrambi, che sicuramente in una partita sentita come questa avrà non poco peso. Per i rossoneri, comunque, questo è un buon momento, visto che sono cinque di fila i risultati positivi in campionato (cui si aggiunge il raggiungimento della semifinale in Coppa Italia). Ancora più confortanti i dati in trasferta, con quattro successi e un solo ko contro l’Atalanta prima di Natale nelle ultime cinque lontane dal Meazza. Nessun particolare problema di formazione per i rossoneri, alle prese solo con i lungodegenti Biglia e Duarte. Davanti a Donnarumma vedremo dunque l’assetto a quattro con Conti (o Calabria), Kjaer (in vantaggio su Musacchio), Romagnoli e Theo Hernandez, vero gioiello di questa annata milanista; a centrocampo, Kessie e l’insostituibile Bennacer a dettare il ritmo, con Castillejo e il pimpante Calhanoglu di questo periodo larghi sulle fasce. Ancora panca per Bonaventura. Davanti, il duo Ibra-Leao, con Rebic pronto a subentrare.

Pronostico: Over 2.5 (2.00). Fiducia alta. Ci aspettiamo un derby scoppiettante e all’insegna del gol, viste le grandi firme in campo, da Ibra a Lukaku passando per Eriksen e Hernandez. Occhio infatti anche ai mercati Marcatore su questi quattro, tutti interessanti.

Le altre partite della giornata

Non sarà solo il derby, a catalizzare le attenzioni sulla ventitreesima giornata della Serie A 2019/20. Si inizierà infatti con l’interessante anticipo di venerdì sera, che vedrà impegnati Roma e Bologna, con i giallorossi che devono ripartire nella corsa verso la Champions League dopo lo stop con il Sassuolo. La capolista Juventus sarà impegnata sabato sera in quel di Verona, contro una delle squadre rivelazione della stagione. Sempre sabato, ma di pomeriggio, ci sarà un Fiorentina – Atalanta che promette scintille e divertimento, mentre alle 18.00 scenderanno in campo il nuovo Torino di Longo e la Sampdoria. Derby emiliano che vale oro in chiave salvezza domenica a pranzo, tra Spal e Sassuolo, mentre di pomeriggio altri tre match metteranno in palio punti fondamentali tanto per le zone basse che per le aspirazioni europee: il Brescia del nuovo mister Lopez aspetta l’Udinese, mentre il Napoli rinvigorito dagli ultimi successi riceve il Lecce e il Cagliari va a Genova contro i grifoni. Alle 18.00, bella partita tra l’ottimo Parma e la super Lazio di questa stagione.

Roma – Bologna
Il logo della Roma Ultimi incontri VSSPP
Il logo del Bologna Ultimi incontri VVVVV
  • Stadio: Olimpico
  • Venerdì 7 febbraio 2020 ore 20:45
  • Arbitro: Guida
  • Le quote sull’1X2 1: 1.62 X: 4.25 2: 5.00

Buon momento, per il Bologna di Mihajlovic, che giunge alla sfida di venerdì sera all’Olimpico dopo il successo in extremis contro il Brescia di sette giorni fa, secondo di fila nelle ultime cinque gare. La Roma, invece, ha subito una sconfitta-shock contro il Sassuolo, in cui il 4-2 finale è stato quasi generoso per i giallorossi, protagonisti di un primo tempo orribile. La squadra di Fonseca è in una fase piuttosto incostante del suo torneo, ma non può permettersi ulteriori passi falsi se vuole conquistare la Champions League, visto che la sfida con l’Atalanta, cui è appaiata a quota 39 punti, si risolverà presumibilmente solo a fine stagione. Il Bologna si gode invece un tranquillissimo undicesimo posto, ma può sperare in una classifica ancora migliore. In casa romanista, pesante l’assenza per squalifica di Pellegrini, che verrà rimpiazzato da Perotti o Mkhitaryan (o dalla sorpresa Perez), trequartista insieme a Under e Kluivert dietro a Dzeko. Conferme per Cristante e Veretout in mediana, mentre in difesa potrebbe tornare Kolarov a sinistra, con conseguente ballottaggio a destra tra Spinazzola, Santon e Bruno Peres, con Mancini e Smalling centrali. Uno squalificato anche nel Bologna, Poli, che si aggiunge agli infortunati Dijks, Krejci, Medel, Santander e Sansone. Mihajlovic sceglierà così Barrow per affiancare Orsolini e Soriano alle spalle di Palacio, mentre gli interditori saranno Dominguez (o Svanberg) e Schouten. Nel modulo speculare a quello della Roma, saranno Tomiyasu, Danilo, Bani e Denswil (più di Mbaye) i difensori. Quattro vittorie giallorosse nelle ultime cinque all’Olimpico, dove il Bologna non vince dal 2012. All’andata fu 2-1 per la Roma.

Pronostico: Danilo cartellino giallo (2.50). Fiducia media. Roma favorita, secondo i bookies e secondo noi. Scegliamo questo mercato: quello tra Danilo e Dzeko sarà un duello tosto, e il difensore del Bologna spesso incappa in sanzioni da parte dell’arbitro.

Fiorentina – Atalanta
Il logo della Fiorentina Ultimi incontri SPSSV
Il logo dell'Atalanta Ultimi incontri PVVVP
  • Stadio: Artemio Franchi
  • Sabato 8 febbraio 2020 ore 15.00
  • Arbitro: Mariani
  • Le quote sull’1X2 1: 4.00 X: 3.80 2: 1.85

Sarà una Fiorentina con il dente avvelenatissimo dopo la contestata sconfitta di sette giorni fa con la Juventus (per due rigori molto discutibili), quella che affronta l’Atalanta sabato pomeriggio, in una gara che di recente è diventata molto calda a causa degli screzi tra tifoserie e giocatori. Eppure, al di là della cornice, quella tra Viola e Dea è una partita interessantissima: da una parte ci sono i toscani, che con la cura-Iachini sono tornati a essere squadra scomoda per tutti, dall’altra la super corazzata di Gasperini che, a suon di goleade (primo attacco della Serie A con ben 59 gol: i bookies puntano sul raggiungimento di quota 100 entro fine stagione), sta lottando per conquistare anche l’anno prossimo la Champions League. In vista di questa partita che promette spettacolo, i padroni di casa saranno privi ancora di Ribery e dei nuovi innesti Kouame e Duncan. Iachini opterà per Chiesa e Cutrone in attacco, con Lirola e Dalbert esterni e il rientrante Castrovilli, Pulgar e Benassi interni. Tornano i soliti tre in difesa, Pezzella, Caceres e Milenkovic dopo le squalifiche degli ultimi due. Nell’Atalanta, sarà assente solo lo squalificato De Roon: sarà Freuler a rimpiazzarlo a centrocampo, con Pasalic, Castagne (più di Hateboer) e Gosens. Davanti, i tre moschettieri Gomez, Ilicic e Zapata, conferme in difesa per Djimsiti, Toloi e Palomino, anche se Caldara preme. Firenze è campo tabù, per l’Atalanta, che non ci vince addirittura dal 1993: nelle ultime cinque al Franchi, tre successi viola e due pari. 2-2 all’andata.

Pronostico: Arbitro consulta Var Sì (2.50). Fiducia medio-alta. Dopo la settimana di polemiche del patron viola Commisso, e viste le recenti scintille tra le due squadre, ci aspettiamo una sfida calda per l’arbitro Mariani, che dovrà consultare spesso il Var.

Torino – Sampdoria
Il logo del Torino Ultimi incontri PPVSS
Il logo della Sampdoria Ultimi incontri VVSVS
  • Stadio: Olimpico Grande Torino
  • Sabato 8 febbraio 2020 ore 18.00
  • Arbitro: Valeri
  • Le quote sull’1X2 1: 2.20 X: 3.20 2: 3.50

Torino – Sampdoria è una classica “minore” del nostro calcio, visto che si è disputata nella massima serie ben 105 volte. Quella di sabato nel tardo pomeriggio, però, sarà una sfida interessante soprattutto per farsi un’idea del nuovo Torino. In settimana, infatti, i granata hanno esonerato Walter Mazzarri per prendere l’ex “ragazzo del Filadelfia” Moreno Longo, in passato in panca con il Frosinone. Stagione complicata se non da buttare per il Toro, che dopo una buona partenza ha visto progressivamente sfaldarsi la fiducia nello spogliatoio con un alternarsi di buoni risultati e pesanti debacle (vedi lo 0-7 di gennaio contro l’Atalanta) che hanno portato al cambio tecnico. Anche la Sampdoria non sta vivendo la sua migliore stagione, ma la guida di Ranieri, sebbene non all’insegna di un calcio spumeggiante, sta quanto meno tenendo a galla i blucerchiati appena sopra la zona-retrocessione. Per il suo esordio, Longo si affiderà al 3-4-3: assenti Ansaldi, Zaza, Baselli, saranno Berenguer e il recuperato Verdi a spalleggiare in avanti capitan Belotti. Alla linea De Silvestri-Rincon (sotto attacco influenzale, però: nel caso c’è Meité)-Lukic-Aina è affidato il centrocampo, mentre dietro vigileranno Izzo, Nkoulou e Bremer (ma occhio a Lyanco). Nella Samp, in forte dubbio Quagliarella: in caso di forfait, sarà Bonazzoli (più di La Gumina) a comporre con Gabbiadini il fronte offensivo. In difesa, ritorna Bereszynski, che si unirà a Tonelli, Colley e Augello, mentre a centrocampo Ekdal e Thorsby detteranno i ritmi, con Ramirez e Linetty in fascia. All’andata vinsero i genovesi 1-0, ma a Torino i blucerchiati non vincono dal 2014: tre successi granata e due pari nelle ultime cinque in Piemonte.

Pronostico: Under 2.5 (1.75). Fiducia media. Partita ardua da decifrare: il nuovo Toro di Longo è un’incognita, Ranieri gioca sempre copertissimo. Difficile aspettarsi una gara aperta, quindi: più facile che venga risolta dalla zampata vincente di un singolo.

Verona – Juventus
Il logo del Verona Ultimi incontri SSPSS
Il logo della Juventus Ultimi incontri VPSSV
  • Stadio: Marcantonio Bentegodi
  • Sabato 8 febbraio 2020 ore 20.45
  • Arbitro: Massa
  • Le quote sull’1X2 1: 7.50 X: 4.00 2: 1.50

Partita di notevole interesse, quella di sabato sera tra il Verona e la capolista Juventus. Chiaro che sono i bianconeri ad avere tutto da perdere, contro una squadra che è comunque la bella sorpresa di stagione, ma che arriva anche dal duro impegno infrasettimanale, il recupero di campionato contro la Lazio. Le scorie di questo match determineranno inevitabilmente le scelte di mister Juric per il match contro la Juve. Al Bentegodi, peraltro, negli scontri diretti ultimamente c’è molto equilibrio, con tre pareggi e un successo per parte. Nessun particolare problema di organico per gli scaligeri, che vedremo con il consueto 3-4-2-1. In avanti, consueti quattro nomi per tre maglie, con Borini, Verre (favorito nella posizione di falso nove), Zaccagni e Pessina che si contendono il posto, mentre dalla cintola in giù solo conferme, con Rrahmani, Kumbulla e Dawidowicz (più di Gunter) in difesa e Faraoni, Amrabat (che ha scontato con la Lazio il turno di squalifica), Veloso e Lazovic a centrocampo. In casa Juventus, Sarri attende l’imminente ritorno di Chiellini, in una infermeria che vede ancora a rapporto Khedira, Danilo e Demiral. Turni forzati in difesa, dunque, per Cuadrado, De Ligt, Bonucci e Alex Sandro. Si va verso un 4-3-3 con Dybala e Douglas Costa di fianco a Ronaldo in attacco, e con un centrocampo con Pjanic, Rabiot (in vantaggio su Matuidi) e Bentancur. All’andata vinse di misura la Juve per 2-1.

Pronostico: 2 + Over 2.5 (2.30). Fiducia medio-alta. La difesa del Verona è tosta, ma gli scaligeri potrebbero pagare contro il fortissimo attacco bianconero le fatiche degli impegni contro Milan e Lazio, anche se per Madama non sarà una passeggiata.

Spal – Sassuolo
Il logo della Spal Ultimi incontri SSSPS
Il logo del Sassuolo Ultimi incontri VPSSV
  • Stadio: Paolo Mazza
  • Domenica 9 febbraio 2020 ore 12.30
  • Arbitro: Giacomelli
  • Le quote sull’1X2 1: 2.65 X: 3.40 2: 2.60

Un’altra partita di probabile sofferenza, per la Spal di mister Semplici, quella di domenica a pranzo contro il Sassuolo, squadra “matta” come poche in campionato, capace di ottime performance come quella di settimana scorsa contro la Roma ma anche di impreviste amnesie, ma in un buon momento, essendo reduce da tre risultati utili consecutivi. Per i ferraresi, invece, scotta ancora il ricordo del pesante 5-1 rimediato dalla Lazio sette giorni fa. Occorre guardare avanti, però, e lottare per una salvezza comunque ancora più che possibile, visto che il quartultimo posto dista solo quattro lunghezze. Il Sassuolo, invece, deve solo badare a non lasciare indietro troppi punti. In vista del match, i padroni di casa saranno privi dei soli D’Alessandro e Cerri, mentre in panchina si rivede Fares, per un ritorno che farebbe comodissimo a Semplici. Rientrano Petagna e Valoti dalla squalifica: il primo comporrà il reparto offensivo con Di Francesco. Poche novità nei restanti elementi: in difesa conferma per l’ultimo arrivato Bonifazi insieme a Vicari e Tomovic, con Strefezza, Dabo, Missiroli e Reca insieme al nuovo innesto Castro a centrocampo. Nel Sassuolo, si svuota l’infermeria e De Zerbi recupera pedine importanti ma vorrebbe confermare l’undici anti-Roma. In difesa, Ferrari ritrova posto in mezzo insieme a Romagna, con Toljan e Kyriakopoulos esterni. Obiang e Locatelli interdiranno in mezzo, con i consueti tre (Boga, Djuricic e Berardi) dietro a bomber Caputo; il serbo però da due giorni lavora a parte: in caso di forfait è pronto Traoré. La Spal non ha in assoluto mai vinto con il Sassuolo. All’andata, 3-0 per i neroverdi, che vantano due successi negli unici due precedenti a Ferrara.

Pronostico: 2 (2.60). Fiducia medio-alta. Il Sassuolo è esaltato dopo la grande partita contro la Roma, la Spal ancora frastornata dopo il ko con la Lazio. Vediamo i vari Berardi, Boga e Caputo con buone possibilità di fare centro contro i ragazzi di Semplici.

Brescia – Udinese
Il logo del Brescia Ultimi incontri PVPVS
Il logo dell'Udinese Ultimi incontri SVSSS
  • Stadio: Mario Rigamonti
  • Domenica 9 febbraio 2020 ore 15:00
  • Arbitro: Piccinini
  • Le quote sull’1X2 1: 2.70 X: 3.30 2: 2.65

La travagliatissima stagione del Brescia ha conosciuto questa settimana l’ennesimo capitolo: dopo la sconfitta-beffa nel finale di sette giorni fa contro il Bologna, Ciellino ha esonerato nuovamente Eugenio Corini, affidando la squadra a Diego Lopez, sua vecchia conoscenza dei tempi di Cagliari. L’ennesimo disperato tentativo di risollevare una stagione che vede le Rondinelle forse come la squadra meno attrezzata per rimanere nella massima serie. Ma se Brescia non piange, certo Udine non ride: al di là del ko nell’ultimo turno in casa contro l’Inter, arrivato peraltro dopo una prestazione complessiva non certo negativa, in Friuli c’è preoccupazione per una annata un po’ di galleggiamento e che non vede ancora vicino il traguardo minimo della salvezza. Curiosità per le prime scelte di Lopez, che dovrà fare a meno dello squalificato Torregrossa in attacco ma recupererà Balotelli, al quale affiancherà probabilmente Ayé. A centrocampo sembra difficile privarsi di Tonali, Bisoli, Dessena e Romulo: sarà da capire solo come li vorrà schierare il mister, solitamente orientato verso il 4-4-2, nel quale però potrebbe allora trovare posto Zmrhal. Dietro conferme in vista anche per Mateju, Chancellor, Cistana e Sabelli. Anche nell’Udinese vedremo probabilmente la conferma in blocco dell’undici anti-Inter: davanti Okaka e Lasagna (più di Nestorovski), dunque, con De Paul, Mandragora e Fofana liberi di scambiare posizione a centrocampo e la linea difensiva a cinque con Larsen, Becao, Ekong (in dubbio con De Maio), Nuytinck e Sema. Vittoria di misura bresciana all’andata, ma tre successi udinesi a fronte di uno solo, nel 2001, dei lombardi nelle ultime cinque al Rigamonti.

Pronostico: Under 2.5 (1.87). Fiducia media. Si sfidano il secondo e il terzo peggior attacco della Serie A, e non ci si può quindi aspettare una goleada. D’altra parte la salvezza va conquistata anche segnando, e infatti l’Over 2.5 presenta la stessa quota.

Napoli – Lecce
Il logo del Napoli Ultimi incontri PPPPP
Il logo del Lecce Ultimi incontri SSVSS
  • Stadio: San Paolo
  • Domenica 9 febbraio 2020 ore 15:00
  • Arbitro: Giua
  • Le quote sull’1X2 1: 1.20 X: 7.00 2: 14.00

Possiamo parlare finalmente di luce in fondo al tunnel, per il Napoli di Gattuso? Probabilmente sì: la svolta è stata il successo in Coppa Italia contro la Lazio a metà gennaio, più qualche innesto di valore nel mercato di riparazione, in primis quel Demme che sta facendo la gioia dei tifosi, essendosi integrato subito nell’idea di gioco di “Ringhio”. Anche il Lecce, però, sta decisamente bene, sull’onda dell’entusiasmo per il 4-0 rifilato al Torino sette giorni fa. Sarà quindi una tappa da non sbagliare per i partenopei, che vogliono proseguire a risalire in classifica e sperare nuovamente nell’approdo in Europa per la prossima stagione. I salentini, quartultimi con tre lunghezze di vantaggio sulla terzultima, non sono però d’accordo, anche perché hanno bisogno di punti. In vista del match, negli azzurri darà forfait il solo Elmas, squalificato. Squadra che vince non si cambia, per Gattuso, che schiererà in difesa una linea a quattro con Di Lorenzo, Manolas, il finalmente rientrante Koulibaly e Mario Rui. A centrocampo, Demme e Zielinski con Allan (più che Fabian Ruiz o Lobotka), davanti i soliti Callejon, Milik e Insigne. Nel Lecce, problemi di infortuni per Farias, Tachtsidis, Gabriel, Babacar e Meccariello. Liverani può però contare sui nuovi innesti in mezzo al campo Saponara (in lizza con Mancosu per una maglia), Deiola e Barak (in ballottaggio con Petriccione), cui sarà affiancato Majer. Davanti, Falco e Lapadula, con Rispoli, Rossettini, Lucioni e Donati in difesa; Vigorito in porta. Tre successi napoletani e uno solo leccese (nel 1998!) nelle ultime cinque al San Paolo.

Pronostico: Gol (1.90). Fiducia alta. Due squadre con il morale altissimo e che vogliono continuare a fare progressi: il Napoli secondo noi non avrà problemi a domare il Lecce, ma vediamo spazio per almeno una rete dei salentini e una partita molto aperta.

Genoa – Cagliari
Il logo del Genoa Ultimi incontri PVPPS
Il logo del Cagliari Ultimi incontri PVSPP
  • Stadio: Luigi Ferraris
  • Domenica 9 febbraio 2020 ore 15:00
  • Arbitro: Calvarese
  • Le quote sull’1X2 1: 2.40 X: 3.40 2: 2.90

Partita importantissima per gli snodi di classifica, il “derby in rossoblu” tra Genoa e Cagliari. I liguri devono assolutamente fare punti e cercare di risalire posizioni in classifica, mentre i sardi hanno bisogno di tornare alla vittoria, se vogliono continuare il sogno europeo e la splendida stagione che stanno vivendo. Il Grifone ha rivoluzionato mezza squadra, nel mercato di gennaio, ma Nicola dovrà fare a meno degli squalificati Romero e Behrami, oltre che dell’acciaccato Lerager. Nel 3-5-2 del tecnico vedremo così l’esordio del nuovo arrivato Soumauro (più di Zapata), con Masiello e Biraschi, in difesa. Questo permette al mister di spostare più avanti Criscito, esterno con Ghiglione dall’altra parte. Sturaro, Schone e Cassata presidieranno il centrocampo, con Pandev (di rientro dalla squalifica) insieme a Sanabria in avanti, reparto in cui scalpitano però Iago Falque, Destro e Pinamonti. Nel Cagliari, pesante l’assenza a centrocampo di Cigarini, fermato dal giudice sportivo, che si aggiunge a quelle per infortunio di Pavoletti, Ceppitelli e Rog. Maran opterà per Nandez, Oliva e Ionita a centrocampo, con Faragò (o Cacciatore), Pisacane, Klavan e Pellegrini in difesa. Inamovibili davanti Nainggolan, Joao Pedro e Simeone. All’andata vinse il Cagliari 3-1. Nelle ultime cinque al Ferraris, tre successi genoani, un pari e una vittoria cagliaritana, nel 2014.

Pronostico: Joao Pedro Marcatore (3.25). Fiducia media. Joao Pedro sta vivendo una stagione pazzesca, e quella del Genoa è la peggior difesa della Serie A: una ghiotta occasione per rimpolpare ulteriormente un numero di gol già da grande bomber.

Parma – Lazio
Il logo del Parma Ultimi incontri VSPPS
Il logo della Lazio Ultimi incontri SSSSV
  • Stadio: Ennio Tardini
  • Domenica 9 febbraio 2020 ore 18:00
  • Arbitro: Di Bello
  • Le quote sull’1X2 1: 4.50 X: 3.90 2: 1.75

Sarà una partita tutta da gustare, quella di domenica alle 18.00 tra Parma e Lazio. Prima di tutto, perché si scontrano due squadre protagoniste di una stagione a dir poco da incorniciare: i ducali sono sesti in classifica a quota 32 punti con Cagliari e Milan, pienamente in corsa per un posto nella prossima Europa League. La Lazio, invece, secondo miglior attacco e seconda miglior difesa della lega, si gode una stagione da protagonista addirittura per la conquista dello scudetto, anche se domenica dovrà calibrare le forze dopo il recupero infrasettimanale contro il Verona, in cui la macchina da gol si è inceppata sbattendo contro la muraglia scaligera. Moltissimi problemi di infermeria per D’Aversa: daranno forfait Kulusevski, Cornelius e Scozzarella, oltre a Sepe e ai “soliti” Karamoh e Inglese. Ballottaggio tra i pali tra Colombi e Radu, con la difesa che sarà l’unico reparto privo di variazioni, con Darmian, Iacoponi, Alves e Gagliolo. A centrocampo gireranno Hernani, Brugman e Barillà, mentre davanti Kucka sarà il falso nueve, coadiuvato da Kurtic e il neoinnesto Caprari (o da Sprocati). Nella Lazio, Inzaghi deve rinunciare nuovamente a Correa, Cataldi e Patric, cui si aggiungono però gli squalificati Radu e Milinkovic-Savic. Confermato dunque Caicedo come spalla del principe dei bomber Immobile, mentre a centrocampo vedremo i fedelissimi del mister emiliano: Lazzari, Leiva, Luis Alberto e Lulic con l’aggiunta di Parolo. Dietro, Luiz Felipe dirotta a sinistra, con Acerbi e Bastos davanti a Strakosha. 2-0 per la Lazio all’andata, due vittorie biancocelesti nelle ultime cinque al Tardini, a fronte di due pari e un solo successo di casa, nel 2012.

Pronostico: 2 (1.75). Fiducia medio-alta. La Lazio deve ripartire per forza dopo il pari interno con il Verona. Quella contro il Parma sarà una partita apertissima e divertente, dove però crediamo che le maggiori motivazioni della banda-Inzaghi prevarranno.

La multipla della settimana*

Partita Giocata Quota Quota cumulativa
Inter – Milan Over 2.5 2.00 2.00
Fiorentina – Atalanta Var Sì 2.50 5.00
Torino – Sampdoria Under 2.5 1.75 8.75
Spal – Sassuolo 2 2.60 22.75
Napoli – Lecce Gol 1.90 43.22
Parma – Lazio 2 1.75 75.64

Sei eventi per una multipla che senza bonus supera quota 75.00: con 10 euro la vincita potenziale supera i 756 euro.

Non solo derby, molti match ricchi di suspense in programma: tenta la sorte con le quote di Sisal!

Il bookmaker per la ventitreesima giornata di campionato

Per i nostri pronostici sui match della ventitreesima giornata della Serie A 2019/20 abbiamo scelto un nome storico del betting tricolore, ovvero Sisal. Il bookmaker di casa Lottomatica si propone con una offerta di gioco decisamente soddisfacente, contrassegnata innanzitutto da un goloso welcome bonus (fino a 225€), cui fanno da corredo moltissime promozioni periodiche, e poi per un palinsesto decisamente ricco e completo soprattutto per quanto riguarda il calcio, disponibile naturalmente tanto da desktop quanto da mobile. Note positive anche per la sezione dedicata alle giocate live, che possono contare anche su un servizio streaming comodo e in buona definizione.

*Tutte le nostre selezioni sono fornite solo per l’intrattenimento e dovrebbero essere utilizzate solo per scopi informativi. Mentre usiamo la nostra esperienza e le nostre conoscenze per aiutarti a informarti per effettuare una scommessa oculata, non siamo responsabili di eventuali perdite che potrebbero derivare da risultati effettivi diversi da quelli previsti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Il logo della Serie A, calciatori in azione e la scritta Consigli scommesse 23° giornata

Articoli correlati