Australian Open 2018: i pronostici del tabellone maschile

Gli Australian Open 2018 avranno inizio il 15 gennaio per terminare il 28 dello stesso mese e saranno il primo Slam in una stagione che presenta ancora tante incognite. Roger Federer e Rafa Nadal proveranno a difendere i titoli conquistati in uno straordinario 2017 dagli attacchi della Next Gen capitanata da Alexander Zverev e Nick Kyrgios.

I pronostici degli Australian Open 2018

Pronostici Australian Open 2018: Roger Federer favorito per la vittoria finale.

Novak Djokovic è pronto a scendere in campo e a dar battaglia dopo una lunga pausa, mentre per rivedere Andy Murray, operatosi da poco all’anca, dovremo aspettare diversi mesi. Grigor Dimitrov, David Goffin e Juan Martin Del Potro cercheranno di confermare quanto di buono fatto nell’ultima parte della passata stagione, approfittando di uno stato di forma non ottimale di tennisti come Stanislas Wawrinka, Milos Raonic e Tomas Berdych e l’assenza di Kei Nishikori. Curiosità: la superficie su cui si disputerà il primo Slam dell’anno è il Plexicushion, resina acrilica che favorisce un rimbalzo della palla alquanto veloce. La 106esima edizione degli Australian Open offrirà il montepremi il record di tutti i tornei: il prize money complessivo è di circa 55 milioni di dollari: i 128 tennisti al via si contenderanno il bottino più ricco di sempre. Ecco di seguito i principali favoriti e le rispettive quote di mercato:

Il favorito – Roger Federer @2,75: Ancora una volta, l’uomo da battere. Il numero 2 del mondo è il favorito dei bookmakers: lo svizzero ha grande tecnica, solidità al servizio e molteplici armi nel suo arsenale offensivo. Federer difende il titolo conquistato nella passata stagione dove, in un torneo giocato ad altissimi livelli, ha avuto la meglio sul rivale Rafael Nadal nell’atto conclusivo dello Slam australiano. Letteralmente rinato nel 2017, il 36enne svizzero ha dato sfoggio di un gran tennis anche in Hopman Cup, l’hard favorisce i colpi di Roger che però avrà un tabellone molto difficile. Favorito assoluto alla vittoria finale, bisognerà comunque stare attenti alle oscillazioni del King, ma il nativo di Basilea resta il giocatore più vincente sul cemento: nella passata stagione ha ottenuto oltre il 90% di vittorie su questa superficie. Re Roger proverà a conquistare il 20° Slam della sua carriera dopo che l’anno scorso, sul cemento di Melbourne, è riuscito ad ottenere la vittoria di un Major che mancava da 5 anni. Tabellone sulla carta molto difficile per il 19 volte vincitore Slam che è stato sorteggiato con Zverev, Thiem, Wawrinka, Del Potro e Goffin. Lo svizzero esordirà contro Bedene.

Scommetti subito sull’Australian Open con Merkur Win!

Rafael Nadal @5: Numero 1 del mondo e del seeding, il maiorchino ha saputo reinventare il proprio gioco rinascendo dalle proprie ceneri: il 2017 per Nadal è stato un anno straordinario, culminato nella vittoria agli ultimi US Open, ma terminato con qualche acciacco fisico. Rafa è afflitto ancora da problemi al ginocchio che lo hanno portato a dare forfait per gli appuntamenti di Abu Dhabi e Brisbane, e non sembra avere la giusta preparazione/condizione fisica. Finalista nella passata edizione, Nadal presenta ancora tanti dubbi per quelle che saranno due settimane molto impegnative. Difficile ipotizzare una vittoria del maiorchino, ma probabilmente bisognerà aspettare la seconda settimana dello Slam per verificare le reali condizioni dello spagnolo che dal match perso contro David Goffin nel Masters di fine anno, ha disputato zero incontri ufficiali. Riguardo al tabellone, Rafa trova Nick Kyrgios ed ancora una volta dalla propria parte Grigor Dimitrov, tennista che nel 2017 gli ha dato filo da torcere. Lo spagnolo esordirà contro Estrella Burgos.

Novak Djokovic @7: Dopo una stagione condizionata negativamente dai problemi al gomito, Novak Djokovic si presenta al primo Slam della stagione con le pile ricaricate, ma con una condizione fisica alquanto incerta. L’attuale n.14 Atp era assente dai campi da luglio per l’operazione al gomito che lo ha costretto ad uno stop forzato di oltre 4 mesi e mezzo. Come per Nadal, anche con il serbo bisognerà valutare la forma atletica osservando l’andamento dell’ex n.1 del mondo con molta attenzione. Per il riacutizzarsi del dolore al gomito operato l’anno scorso, Nole ha rinunciato all’esibizione di Abu Dhabi e all’Atp di Doha, rientrando nel Kooyong Classic, una delle esibizioni in preparazione agli Australian Open. Djokovic proverà a dire la suo in un torneo che gli è sempre stato molto congeniale e lo ha visto vincitore già in 6 occasioni (l’ultima nel 2016). Nonostante una base di preparazione non ottimale, il nativo di Belgrado possiede qualità assolute e dovesse trovare il ritmo partita, è in grado di dar fastidio a qualsiasi concorrete. Occhio al tabellone, però, perché Nole ha pescato Federer, Zverev, Thiem, Wawrinka, Del Potro e Goffin, avversari estremamente difficili da affrontare. Djokovic farà il suo esordio contro Young, ma già dal secondo turno potrebbe affrontare Gael Monfils.

Grigor Dimitrov @10: Dimitrov affronta gli Australian Open da numero 3 del mondo, un best ranking ottenuto grazie agli exploit della parte finale della passata stagione sul circuito Atp dove ha ottenuto per la prima volta il primo titolo in un Masters 1000 e la vittoria nel Masters di fine anno. Le vittorie sul cemento hanno consacrato il bulgaro come uno dei tennisti più vincenti dell’anno su questa superficie (Brisbane, Sofia e Cincinnati ed il Masters di Londra). L’hard è da sempre la superficie prediletta del 26enne di Haskovo che è in grande fiducia ed è uno dei tennisti più in forma del momento. Il n. 3 del mondo è dalla parte di tabellone di Nadal, avversario che ha affrontato diverse volte nella passata stagione, dando vita a battaglie molto tirate.

Alexander Zverev @15: Alla ricerca della consacrazione in uno dei tornei più importanti del panorama tennistico, Zverev rappresenta più di tutti il ricambio generazionale che raccoglierà l’eredità di Federer, Nadal e Djokovic. Il classe ’97 nativo di Amburgo nel 2017 ha migliorato molto il proprio tennis, vincendo diversi titoli, fra cui 2 Masters 1000 (Roma e Cincinnati. Nella passata stagione, sul cemento Sascha ha ottenuto circa il 75% di vittorie alzando 3 trofei. Tabellone difficile per il giovane tedesco che si troverà dalla stessa parte di Federer, Djokovic, Del Potro, Goffin e Thiem. Zverev farà il suo esordio contro il nostro Thomas Fabbiano. Difficile poter pensare ad una vittoria finale di Sascha che è dotato di buoni colpi e solidità da fondo campo, ma è ancora troppo discontinuo in alcune fasi del match.

Nick Kyrgios @15: Il tennista di casa proverà a riportare il trofeo in patria che manca da oltre 40 anni, da quando Mark Edmondson vinse l’edizione del 1976. Kyrgios, che raccoglie l’eredità di tennisti come Pat Cash e Lleyton Hewitt, è un tennista dotato di un grandissimo potenziale ancora non espresso al meglio. Il giovane australiano, ha talento da vendere e potrebbe essere un giocatore destinato a diventare un top player ed un vincitore Slam qualora decidesse di concentrarsi con costanza e sacrificio alla causa del tennis. Agli Australian Open il tennista di Canberra ha eguagliato il suo miglior risultato in uno Slam, raggiungendo i quarti di finale nel 2015 dopo un’epica battaglia contro Seppi rimontando in 5 set. Kyrgios si presenta come una mia vagante da affrontare sulle superfici veloci: dotato di colpi incisivi e di un ottimo servizio, il giovane australiano ha come limite l’essere svogliato e poco concentrato in campo. Possibile “crack” ma i tempi appaiono ancora non abbastanza maturi.

David Goffin @17: David Goffin è un tennista migliorato molto negli ultimi 2 anni. Dotato di grande agilità ed una discreta pesantezza di palla, il giocatore belga ha sviluppato molto anche l’aspetto mentale, migliorando le proprie prestazioni. La battuta è sicuramente il tasto dolente di Goffin, che nella parte finale del 2017 ha avuto un exploit che lo ha portato ad essere uno dei protagonisti del Masters di fine anno e a Londra ha dato prova del proprio valore superando avversari nettamente superiori. Difficile comunque immaginare che David sia fra i giocatori che possono realmente ambire alla vittoria finale nonostante la classifica che lo vede n.7 del mondo.

Juan Martin Del Potro @18: La torre di Tandil si appresta ad iniziare questo 2018 continuando l’opera iniziata nella passata stagione. Dopo aver superato la lunga serie di infortuni degli ultimi anni, Del Potro ha come obiettivo migliorare i quarti di finale raggiunti nel 2009 e nel 2012. L’argentino è dotato di un ottimo servizio e di un dritto devastante che su queste superfici potrebbero rivelarsi delle armi difficili contro cui battersi. Tennista ancora incostante, bisognerà vedere come reagirà il fisico di Delpo alle 2 settimane australiane.

Il nostro pronostico

Roger Federer e Grigor Dimitrov

Federer e Dimitrov sono tra i principali favoriti dell’Australian Open 2018. ©Sportingnews

Seguendo i favori del pronostico ed analizzando il momento di forma di tutti i tennisti, ancora una volta spicca il nome di Roger Federer. Lo svizzero è il favorito dei bookmakers ed è anche uno dei tennisti che più ispira fiducia dato il gran tennis di cui dispone. A 2,75 la quota è onesta, con qualche piccolo dubbio sul tabellone, tanti gli avversari difficili, ma lo svizzero ha i colpi per superare qualsiasi incontro qualora la forma fisica lo dovesse supportare a dovere. Se volete puntare su un outsider, suggestiva la vittoria di Dimitrov, che con Federer è fra i tennisti più in forma: la vittoria del bulgaro pagherebbe 10 volte la posta.

Pronostico principale: Roger Federer @2,75 fiducia media.

Pronostico secondario: Grigor Dimitrov @10 fiducia bassa.

Iscriviti a Merkur Win e approfitta del bonus da 100€ per puntare sui tuoi favoriti!

Il bookmaker della settimana

Merkur Win è il nostro bookmaker della settimana. Merkur Win è presente sul territorio tedesco dagli anni ’50 e da diversi anni è sbarcato nel mercato nostrano. Dalle scommesse sportive a quelle sull’ippica passando per gli sport virtuali, Merkur Win si sta facendo strada fra i top book del settore. Il payout è nella media, ottimo se siete soliti puntare sulla Serie A e La Liga spagnola. Buona la proposta di sport e di mercati su cui poter scommettere, mentre come neo c’è l’assenza di un servizio di live streaming oltre alla mancanza di una sezione news. Interessante la promozione di benvenuto che permette di usufruire di un welcome bonus fino a 100 euro.

* Tutte le nostre selezioni sono fornite solo per l’intrattenimento e dovrebbero essere utilizzate solo per scopi informativi. Mentre usiamo la nostra esperienza e le nostre conoscenze per aiutarti a informarti per effettuare una scommessa oculata, non siamo responsabili di eventuali perdite che potrebbero derivare da risultati effettivi diversi da quelli previsti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati