Wimbledon 2018: dal 2 luglio al via, Roger Federer il favorito

Prende il via lunedì 2 luglio l’edizione 2018 del torneo di Wimbledon, il più antico e prestigioso torneo di tennis al mondo. Al via del torneo londinese tutti i big del circuito, con lo svizzero Roger Federer che andrà alla caccia del suo nono titolo personale sull’erba dell’All England Lawn Tennis and Croquet Club sito nella capitale inglese.

Federer il favorito numero 1, caccia al nono trionfo

Pallina da tennis in campo a Wimbledon con Roger Federer

Al via dal 2 luglio il torneo di Wimbledon 2018: è Federer il favorito. ©shutterstock.com

Ad aprire le danze sarà proprio il numero 2 del ranking ATP che, da campione in carica, giocherà come da tradizione il match inaugurale del torneo. Lo svizzero, nonostante la classifica mondiale lo veda al secondo posto dietro a Nadal, è anche la testa di serie numero 1 del torneo.

Dopo aver trascurato la stagione sulla terra rossa, rinunciando anche al Roland Garros, l’elvetico si presenta a Wimbledon da favorito numero 1. Sull’erba londinese Federer ha già trionfato 8 volte e anche quest’anno sembra avere le carte in regola per vincere.

Nel corso delle ultime settimane il “Re” ha conquistato due finali, vincendo a Stoccarda contro Milos Raonic e perdendo da Borna Coric ad Halle. Pur non avendo giocato il suo miglior tennis, Federer dimostra comunque di essere l’uomo di riferimento per quanto riguarda l’erba e non sarà facile togliergli il trofeo dalle mani.

Cilic, Nadal e gli altri: i rivali più accreditati

Dietro al “vecchietto” terribile del tennis mondiale, scalpitano tanti pretendenti al trono di Wimbledon. Su tutti il più in forma sembra essere quel Marin Cilic che nel 2017 arrivò a giocarsi l’atto finale proprio contro lo svizzero. Il croato ha recentemente trionfato al Queen’s, tradizionale prologo al terzo Slam della stagione. Cilic ha mostrato un ottimo stato di forma e potrebbe riuscire ad agguantare il suo secondo major in carriera dopo lo US Open 2014.

Tra i rivali da tenere in considerazione non può mancare l’attuale numero 1 del ranking Nadal, dominatore sulla terra rossa e recente vincitore del suo undicesimo Roland Garros. Sull’erba il maiorchino appare meno performante e in questa stagione non ha ancora esordito su tale superficie. Non è dunque il principale favorito, ma la sua classe potrebbe portarlo molto avanti nel torneo.

Tutte da verificare le condizioni di Novak Djokovic, recente finalista al Queen’s, e Andy Murray, due volte trionfatore a Wimbledon. Le ultime due stagioni hanno visto entrambi in netta difficoltà, con il solo serbo che ha dato segnali incoraggianti di ripresa nell’ultimo periodo. Considerevole la truppa di “giovani leve” pronte ad un exploit nel torneo più importante: tra questi il già citato Milos Raonic (finalista 2016), Grigor Dimitrov, Nick Kyrgios e Alexander Zverev.

Donne: Serena Williams tra le teste di serie

In campo femminile è Simona Halep ad indossare i panni della testa di serie numero 1. La romena, recente vincitrice al Roland Garros, dovrà fronteggiare una truppa agguerrita di rivali. Oltre alla leggenda Serena Williams, rientrata al Roland Garros dopo la maternità, sono diverse le giocatrici in grado di trionfare. Tra le candidate alla vittoria vi sono infatti anche Petra Kvitova, Garbine Muguruza e Angelique Kerber.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati