Tour de France 2018 al via: il percorso e i principali favoriti

Parte sabato 7 luglio da Noirmoutier-en-l’Île la 105esima edizione del Tour de France, la corsa a tappe più importante del ciclismo mondiale. L’edizione 2018 della “Grande Boucle” si snoda su un percorso di 21 tappe e 3351 chilometri, con il consueto arrivo nella capitale Parigi fissato per domenica 29 luglio.

Tour de France 2018: il percorso

Un ciclista in gara e il logo del Tour de France

Sabato 7 luglio parte la 105° edizione del Tour de France. ©shutterstock.com

Il percorso del Tour 2018 si aprirà con la tappa che va da Noirmoutier-en-l’Île a Fontenay-Le-Comte, adatta ai velocisti. Per i primi tre giorni la corsa resterà nel Dipartimento della Vandea, con la crono a squadre di Cholet della terza tappa che potrebbe portare i primi stravolgimenti in classifica.

Il percorso 2018 prevede anche diversi passaggi sul pavè (per un totale di 21,7 km) e ben 6 tappe di montagna con i consueti passaggi su Alpi e Pirenei. Da segnalare la particolarità della 17° tappa, da Bagnères-de-Luchon a Saint-Lary-Soulan: oltre ad essere la più breve con i suoi soli 65 km, questa frazione è caratterizzata dalla partenza in griglia, in pieno stile Formula 1. Gli atleti infatti partiranno in base alla propria posizione in classifica divisi in gruppi da 20 e distanziati gli uni dagli altri. Questo per far sì che gli uomini di classifica si diano battaglia sin dai primi chilometri, in una tappa che prevede tre Gran Premi della Montagna e l’arrivo sul Col de Portet.

Tra le tappe più importanti del Tour 2018 non può mancare la nona frazione, la Arras-Roubaix di 154 km, che prevede ben 15 settori di pavè con diversi passaggi in comune con la grande classica Parigi-Roubaix. Decisive come sempre saranno le tappe di montagna, con la corsa che comincerà ad accendersi sulle Alpi. La tappa numero 10 prevede il passaggio sul Plateau de Glières, seguita da altre due tappe alpine con gli arrivi a La Rosière e all’Alpe d’Huez nei due giorni successivi.

Dalla 16° tappa il gruppo transiterà invece sui Pirenei, con l’arrivo fissato a Bagnères-de-Luchon. Molto difficile anche la tappa successiva, quella già citata di soli 65 km, con passaggi su Peyresourde e Col de Portet. Le tappe decisive saranno probabilmente la 19° e 20° frazione, con le ascese del Tourmalet e dell’Aubisque su tutte.

Tour 2018: i favoriti

A partire con i favori del pronostico è il britannico Chris Froome, vincitore di 4 delle ultime 5 edizioni e attuale detentore dei 3 grandi Giri (Tour e Vuelta 2017 e Giro 2018). Archiviato il caso della positività al salbutamolo alla scorsa Vuelta, il ciclista della Sky può decisamente puntare all’accoppiata Giro-Tour, realizzata l’ultima volta da Marco Pantani nel 1998.

A contrastare Froome il nostro Vincenzo Nibali, vincitore nel 2014 che quest’anno ha puntato molto sulla corsa francese. La truppa di pretendenti alla maglia gialla è però ben nutrita e annovera anche l’idolo di casa Romain Bardet, il colombiano Nairo Quintana e l’olandese Tom Dumoulin. Quest’ultimo, secondo al Giro 2018 dietro allo stesso Froome, può contare sulla sua bravura a cronometro e su montagne non impossibili per cercare di vendicare la sconfitta nella corsa rosa e aggiungere così un’altra grande competizione a tappe al suo palmares.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati