Coppa d’Africa 2019: i protagonisti e le favorite del torneo

Non soltanto l’America: anche l’Africa celebra quest’estate la sua più importante competizione continentale per squadre nazionali: è la Coppa d’Africa, in programma dal 21 giugno al 19 luglio in Egitto. Proprio i padroni di casa trainati da Mohamed Salah, insieme a Ghana e Senegal, saranno le squadre da battere.

Formula e informazioni generali

I loghi della Coppa d'Africa 2019 e delle Federazioni di Egitto, Ghana e Senegal

Al via da venerdì 21 giugno la 32′ Coppa d’Africa: Egitto, Ghana e Senegal le favorite.

Quella che si aprirà venerdì 21 giugno sarà la 32′ edizione della Coppa delle Nazioni Africane, o Coppa d’Africa. Quella di quest’anno, però, sarà per molti aspetti un’edizione particolare. Sarà infatti la prima a tenersi in estate e con la partecipazione allargata a 24 squadre. Non solo: l’Egitto, sede del torneo, è stato designato solo nel gennaio di quest’anno, a causa dei ritardi infrastrutturali e nell’implementazione delle misure di sicurezza del Camerun, nazione ospitante designata. Anche le date hanno subito variazioni a causa del Ramadan, e la morte improvvisa dell’ex presidente del Paese, Morsi, avvenuta lo scorso 17 giugno, si è aggiunta alle criticità, visto il timore di sommosse e scontri nelle città.

L’Egitto è il vero dominatore del torneo, con 7 successi (tre consecutivi dal 2006 al 2010), seguito proprio dal Camerun, attuale detentore della coppa e fermo a 5 successi, e dal Ghana (4). La competizione è strutturata in sei gruppi da quattro squadre ciascuno, che designeranno le partecipanti (le prime due di ogni girone e le quattro migliori terze) alla fase ad eliminazione diretta, che partirà dagli Ottavi. Le città designate sono Il Cairo (sede della Finale), Alessandria, Suez e Ismailia.

Le squadre favorite per la vittoria finale

Unanime il parere di esperti e bookmaker: sono tre le principali favorite alla conquista della Coppa d’Africa 2019: si tratta dell’Egitto, del Senegal e del Ghana. I Faraoni, inseriti nel gruppo A con Congo, Uganda e Zimbabwe, vengono quotati attorno al 5.00 da bet365 e dai principali bookies italiani. Non contano solo il blasone e l’essere i padroni di casa. Nella rosa selezionata dal c.t. messicano Javier Aguirre spiccano i nomi di Mohamed Salah, fresco vincitore della Champions League con il Liverpool e capofila della pattuglia britannica con il capitano El Mohamady (Aston Villa), Hegazi e il centrocampista dell’Arsenal El Neny.

Appena sotto gli egiziani, con quote che li vedono appena più avanti del Ghana (6.00 contro 7.50 per SNAI), sono i leoni del Senegal, nel gruppo C con Algeria, Kenya e Tanzania. Tanti anche qui, i nomi noti, a partire dal difensore del Napoli Kalidou Koulibaly, per proseguire con il portiere della Spal Gomis, l’ex milanista (oggi al Rennes) Niang, la stella del Liverpool Mané e l’interista Keita, senza trascurare Sané (Schalke 04), Mendy (Reims) e Kouyaté (Crystal Palace). Con una rosa così ricca, Koulibaly si schermisce e nega che la sua squadra sia favorita.

Non siamo noi i favoriti, ci sono tante squadre di alto livello: Algeria, Marocco e Nigeria hanno più chance di noi, ma soprattutto è l’Egitto a partire davanti a tutti. Dobbiamo restare con i piedi per terra e arrivare il più lontano possibile.Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli e del Senegal

Nonostante la pretattica di “KK”, il Senegal è dato tra i possibili finalisti, insieme al Ghana, protagonista del gruppo F con i campioni in carica del Camerun, il Benin e la Guinea-Bissau. Agli ordini del c.t. Appiah vedremo due conoscenze della Serie A, l’interista Asamoah e l’empolese Acquah, oltre all’attaccante del Crystal Palace Jordan Ayew e a Mensah.

Gli outsider

Tra le squadre che possono dire la loro, se non per la vittoria finale, per una competizione di alto livello, c’è sicuramente la Nigeria degli “italiani” Ola Aina e Trost-Ekong, oltre che del centrocampista dell’Arsenal Iwobi; anche l’Algeria non è un cliente da sottovalutare, vista la presenza di Fares (Spal) e Bennacer (Empoli), ma soprattutto di Brahimi (Porto), Mahrez (Manchester City) e Ounas (Napoli).

Se dovessimo scegliere un outsider, però, forse il nostro dito punterebbe sul Marocco, che può vantare in rosa due elementi dell’Ajax delle meraviglie (il difensore Mazraoui e il talento Ziyech, inseguito da mezza Europa), oltre al “sassuolese” Bourabia e al difensore Hakimi (Borussia Dortmund): l’accesso in Semifinale, per la squadra guidata dal francese Hervé Renard, sarebbe come alzare la coppa.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati