Lidia Toscano Scommesse e società

Sin da quando era piccola, Lidia ha mostrato particolare interesse per l’attualità. Sia che si tratti di politica, società o sport, le piace essere sempre aggiornata e portare le notizie alle masse. Dopo aver completato il suo master in Sociologia all’Università di Padova, Lidia si è trasferita a Milano dove ha collaborato per diversi anni con istituti di ricerca. La sua attenzione, come potrete leggere dagli articoli da lei scritti per noi, si concentra principalmente sulla dipendenza da gioco d’azzardo e le leggi che regolano questo settore.

Quando non è completamente immersa nel topic "scommesse e società", a Lidia piace portare i suoi due cani a passeggiare nella natura, scattare con la sua macchina fotografica analogica e iniziare le sue giornate con una sessione di jogging al parco.

Ultimi articoli:

Il logo della SPER (Swedish Gambling Association) e uno scommettitore generico

La Swedish Gambling Association respinge la proposta della SEC

Un secco no è stata la risposta dell’Associazione Svedese Gambling (SPER) alla proposta di regolamentazione della pubblicità del gioco d’azzardo della SEC, la Commissione svedese per l’uguaglianza. La richiesta fatta al Ministero vorrebbe equiparare il gambling ad alcool e tabacco. Gambling come alcool e tabacco? La SPER risponde di no […]

Il logo della ANJ, la bandiera francese e dei ragazzi che scommettono

Francia, l’ANJ presenta il report sui reclami degli scommettitori

Resi noti nei giorni scorsi in Francia i dati relativi ai reclami presentati al nuovissimo servizio di difensore civico per gli utenti dei giochi online. Sono proprio le scommesse sportive, il settore che ha ricevuto il maggior numero di reclami, anche se più del 50% di essi sono stati giudicati […]

I loghi di SNAI e Snaitech e dei ragazzi

Decreto Dignità, durissimo Schiavolin (SNAI): “Un fallimento”

A distanza di due anni dall’entrata in vigore, non si placano le polemiche degli addetti ai lavori del betting sul controverso Decreto Dignità, con cui il governo mise il bando a qualsiasi forma di pubblicità diretta o indiretta per i bookmaker. Il CEO di Snaitech, Fabio Schiavolin, giudica la legge […]

Il logo dell’AGCOM e un laptop connesso ad un sito di scommesse

Critiche sull’AGCOM: applicazione Decreto Dignità troppo severa

L’AGCOM è stata fortemente criticata per una sanzione amministrativa eccessivamente pesante nei confronti di una piccola testata online. Oggetto del contendere l’applicazione troppo severa del Decreto Dignità. Un’ammenda troppo severa da parte dell’AGCOM? Nelle scorse settimane ha provocato molto scalpore e critiche da parte degli editori e dei media italiani […]

Il logo della KSA e una coppia davanti a un laptop

Gioco responsabile: la KSA distribuisce i fondi anti-ludopatia

La lotta ai fenomeni legati al gioco compulsivo e l’impegno per la promozione del gioco responsabile sono tra i primari obiettivi delle gambling authority di tutto il mondo. La KSA, l’ente olandese, ha di recente reso noti i nomi dei primi tre beneficiari del fondo anti-ludopatia generato negli scorsi mesi […]

Il logo della FIFA e dei calciatori in azione

Match fixing: per la FIFA l’impegno anti-combine è totale

Una collaborazione con l’agenzia dell’ONU che combatte droga è crimine: c’è anche questo, nei piani del FIFA Global Integrity Program, l’azione intrapresa dal massimo organismo del pianeta calcio, presieduto da Gianni Infantino, per combattere la piaga del match fixing, una minaccia alla credibilità del pallone in tutto il mondo. L’impegno […]

Il logo della gambling commission svedese, la bandiera nazionale e due smartphone

Svezia: 700 denunce di riciclaggio presentate dai bookmaker

C’è grande preoccupazione, in Svezia, per il preoccupante numero di denunce per fenomeni di sospetto riciclaggio di denaro presentate dai siti scommesse online nel Paese scandinavo. Sono oltre 700, i casi riportati alla polizia finanziaria nel solo 2020, con una crescita delle denunce pari a quasi il 15% rispetto all’anno […]

I loghi delle commissioni gioco e scommesse belga e olandese e alcuni ragazzi davanti a un computer

Gambling commission: KSA e CJH firmano un memorandum di intesa

La collaborazione in network tra le varie gambling commission dei Paesi europei è uno dei nodi più nevralgici per migliorare la sicurezza degli utenti e prevenire i fenomeni fraudolenti nel mondo delle scommesse e del gioco online. Nei giorni scorsi, gli enti olandese e belga hanno firmato un importante memorandum […]

Ragazzi e ragazze esultano, un pallone, uno smartphone e la bandiera italiana

Scommesse in Italia: il governo Draghi non toglie il lockdown

Non sono certo le circostanze migliori, tra una pandemia che non accenna a diminuire e le difficoltà economiche, per reggere una nazione. Eppure, l’Italia ha da febbraio un nuovo governo, guidato da Mario Draghi. Quali sono i piani del nuovo esecutivo per un settore in grande difficoltà come quello delle […]

La bandiera della Svezia, un pallone e un campo da calcio, dei ragazzi che gioiscono

Il gambling in Svezia non cresce: ne approfitta il mercato nero

Niente crescita per il mercato del gambling svedese nel corso del 2020. Bene il settore online, ma il comparto è stato penalizzato dal mancato contrasto al gioco illegale. Ecco tutti i dati dello scorso anno. Il gambling non sfonda in Svezia La Swedish Gambling Authority (SGA) ha pubblicato da poco […]

Un ragazzo con un tablet e la bandiera dell'Irlanda

Irlanda: proposta di legge contro le pubblicità dei bookie

Il Decreto Dignità fa scuola in tutta Europa: dopo la Spagna, anche l’Irlanda sembra intenzionata a promulgare una legge che vieti qualsiasi forma di pubblicità diretta o indiretta ai bookmaker online e ai casinò. La proposta arriva dal Partito Laburista Irlandese, su sollecitazione di diverse associazioni sportive. Il contenuto della […]

Il logo di GambleAware, la bandiera del Regno Unito e una ragazza con uno smartphone

GambleAware parla alle scommettitrici a rischio-gioco compulsivo

Il problema dei rischi legati al gioco compulsivo non è esclusivamente maschile, ma colpisce sempre di più anche le donne. Per questo, GambleAware ha lanciato nel Regno Unito una campagna di sensibilizzazione sul tema delle ludopatie indirizzata specificamente alle donne comprese tra i 18 e i 54 anni. Un problema […]